facebook rss

Da Facebook in spiaggia, i volontari
ripuliscono il litorale di Torrette
(Foto/Video)

ANCONA - L'idea lanciata da una universitaria di Ancona, Marzia Bruno, sensibile ai temi ambientali. "Ho postato l'invito sui social media e non avrei mai creduto che oggi alle 14.30 ci saremmo ritrovati in 40 a raccogliere i rifiuti tra la sabbia" racconta la 21enne
domenica 31 Marzo 2019 - Ore 17:52
Print Friendly, PDF & Email

Marzia Bruno

 

Non si candida certo a diventare la Greta Thunberg di Ancona, ma la 21enne Marzia Bruno, universitaria di grafica e web design alla Poliarte, è sensibile ai temi ambientali. E oggi pomeriggio attraverso il tam tam virtuale di Facebook è riuscita a raggruppare una quarantina di volontari di tutte le età per ripulire dai rifiuti la spiaggia di Torrette. “Era impossibile camminare sulla sabbia senza imbattersi in retine per la pesca delle cozze, bottiglie di plastica e altri detriti rigettati sul litorale dal mare – racconta  la studentessa anconetana – Questo scarso rispetto verso la vita del mare mi ha fatto arrabbiare e qualche settimana fa, insieme a mia sorella e al suo ragazzo, mi sono rimboccata le maniche e ho raccolto 6 sacchi di immondizia. Allora ho pensato: se in tre siamo riusciti ad ottenere questo risultato perché non estendere l’invito anche ad altre persone volenterose? Così qualche giorno fa ho postato sul gruppo ‘Sei di Ancona se…’ le foto dei 182 bastoncini di ovatta cotton fioc raccolti in mezz’ora annunciando che domenica 31 Marzo sarei tornata in spiaggia e aggiungendo la frase ‘…chi viene con me?..’. Non avrei mai creduto che dopo aver lanciato l’evento social ‘Clean up Torrette’ oggi alle 14.30 in spiaggia ci saremmo ritrovati in 40”.

Marzia, insomma, ha gettato il cuore oltre l’ostacolo e i volontari con lei  oggi hanno setacciato 100 metri di litorale raccogliendo parecchi sacchi di rifiuti. “E’ stata una grande soddisfazione – sottolinea Marzia – Per salvaguardare l’ambiente non basta parlare, servono i fatti”.

 

(foto Giusy Marinelli)

 

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X