facebook rss

Ordinazioni di hashish
e marjuana via chat:
nei guai il pusher “Bomber”

FABRIANO - Gli agenti del Commissariato sono risaliti a lui dopo aver controllato due giovani. E' stato denunciato per detenzione e spaccio di stupefacenti e banconote false
Print Friendly, PDF & Email

 

Ininterrotta l’attività di controllo del territorio del Commissariato di P.S di Fabriano. Nell’ambito dei controlli effettuati dalle volanti sono stati controllati due giovani. Uno dei due ha consegnato agli agenti una sigaretta di marjuana. Da accertamenti compiuti è emerso che il “fornitore” era probabilmente un giovane italiano, molto attivo a Fabriano e zone limitrofe, noto nell’ambiente come “Bomber”. Un “fuoriclasse” che però non piazzava gol, bensì riforniva di hashish e marjuana il circondario, agganciando i clienti, tutti molto giovani, sui social network e con whats up.

Al termine di serrati controlli è emerso un quadro tale da far scattare la perquisizione domiciliare, nel corso della quale sono stati sequestrati oltre a 40 grammi di hashish e banconote false, anche un bilancino per pesare la sostanza e 400 euro in contanti. Sequestrati anche pc e cellulari. Il giovane è stato denunciato all’autorità giudiziaria per detenzione e spaccio di stupefacenti e banconote false. Al vaglio degli inquirenti, diretti dal commissario capo Mazza, il materiale, che conferma la presenza della Polizia di Stato nel contrasto allo spaccio degli stupefacenti e nella tutela dei più giovani dai pericoli connessi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X