facebook rss

A Fabriano 8 nuovi contagi,
il grido d’allarme del sindaco:
«All’ospedale mancano i tamponi».

COVID - «Ieri a fronte di 11 test fatti, avremmo avuto bisogno di farne 23 ma non ce n’erano a sufficienza» spiega in un video messaggio Gabriele Santarelli. Aumentano anche i fabrianesi in isolamento fiduciario e Sassoferrato registra il primo decesso di un paziente infetto da Coronavirus
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Gabriele Santarelli, stamattina ha parlato attraverso un video messaggio ai suoi concittadini

 

 

Aggiornamento delle ore 17.25 – «Ai 7 nuovi positivi comunicati stamattina purtroppo nel pomeriggio se ne è aggiunto un altro.
Sono già stati ricostruiti i movimenti e i contatti avuti negli ultimi giorni e il Servizio Prevenzione e Sorveglianza Malattie Infettive ha già provveduto a contattare le persone che dovranno rispettare i 14 giorni di isolamento precauzionale». E’ sempre il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli a tenere aggiornati di ora in ora i suoi concittadini. Con il nuovo caso di positività al tampone sale anche il numero delle persone che nella città della carta devono chiudersi in isolamento preventivo.  «Erano 80 le persone poste a quarantena fino a queste nuove positività. A tutti stiamo fornendo il supporto necessario grazie allo sforzo della Protezione Civile Fabriano. – conferma Santarelli –  Continuano intanto i controlli su tutto il territorio dove nella giornata di ieri è stata anche elevata una ammenda con annessa denuncia penale per il mancato rispetto delle prescrizioni riportate nel Dpcm».

***

Dopo due giorni di relativa tranquillità, stamattina il sindaco Gabriele Santarelli ha comunicato che 7 nuovi casi sono risultati positivi al tampone per infezione da Coronavirus.«Mi hanno comunicato 7 nuovi casi positività e ci sono altre persone in attesa di eseguire il tampone. Nei prossimi giorni dovremo pertanto aggiornare il conto. – ha spiegato il primo cittadino in un nuovo video messaggio – Si aggiungono quindi altre persone alle circa 60 già in quarantena, alcune delle quali già uscite di casa per la scadenza dei 15 giorni. E’ inevitabilmente che con questi 7 casi di positivi se ne aggiungeranno altri. Non è il momento di andare a fare interpretazioni del decreto, abbiamo il compito di controllare che chi è in quarantena rispetti il periodo di isolamento. La polizia locale è costretta a incrociare i dati con quelli che abbiamo in Comune quando ferma per controlli persone che vanno a fare passeggiate. Per 7 nuove persone positive abbiamo alemno 100 nuove persone  in quaratena. I controlli sono necessari per evitare che il contagio si allarghi. Chiediamo di nuovo a tutti un sacrificio. Evito di lanciare messaggi allarmistici ma stando a contatto con professionisti che lavorano all’ospedale posso garantirvi che la situazione è critica. Abbiamo difficoltà a reperire i tamponi per far fronte alla richieste: ieri a fronte di 11 tamponi fatti, avremmo avuto bisogno di farne 23 ma non ce n’erano a sufficienza».

Il sindaco Santarelli ha quini rinnovato l’invito ai concittadini a restare a casa e a limitare gli spostamenti a piedi soprattutto se non necessari.«E’ l’indacazione data per garantire la sicurezza di tutti. – ha aggiunto – Il nostro ospedale non viene utilizzato per casi di Covid 19 ma è pronto ad accoglierli se la altre strutture andranno in sofferenza. Purtroppo ieri abbiamo registrato il primo decesso di un caso positivo di un paziente di Sassoferrato. Alla sua famiglia va la nostra più stretta vicinanza. Oggi abbiamo iniziato a consegnare la persone in quarantena la comunicazione con tutti i numeri per avere il necessario per passare il periodo di isolamento (pasti, medicinali e raccolta rifiutio particolare)». Stamattina il sindaco ha anche firmato l’ordinanza che chiude al pubblico la pista ciclabile di Fabriano. «Inutile invece inserire nell’ordinanza i parchi pubblici che non possono essere recintati. La responsabilità individuale, in questo momento, è collettiva» ha concluso nel video messaggio ricordando infine che i bar della stazione e quelli delle pompe di benzina possono essere aperti per decreto «perché non avrebbero il supporto economico come le altre inserite nel decreto».

Maurizio Greci, sindaco di Sassoferrato

Il sindaco Maurizio Greci ha invece reso noto alla cittadinanza,«con profonda commozione, che è avvenuto, nella serata di ieri, presso l’ospedale di Jesi, il decesso di un nostro concittadino risultato positivo, nei giorni scorsi, al Covid-19. L’Amministrazione comunale di Sassoferrato tutta esprime il più profondo cordoglio nei confronti dei familiari e si stringe intorno a loro ed a tutta la comunità, in un momento così grave e difficile». Anche Sassoferrato regsitra un nuovo caso di positività al Covid-19 «preso prontamente in carico dal Servizio Sanitario Nazionale che ha provveduto ad attivare le procedure del caso. – aggiunge Greci che ha rinnovato a tutto lpinvito a non uscire di casa – I competenti organi di controllo, notiziati ufficialmente dalla Prefettura di Ancona in ordine ai nominativi dei soggetti in quarantena cautelativa, stanno provvedendo a controlli capillari e sistematici di tali situazioni e, in generale, stanno monitorando la stretta osservanza, da parte della cittadinanza tutta, delle prescrizioni previste dalle norme vigenti in ordine al rispetto delle misure di contenimento dell’epidemia, la cui mancata ottemperanza comporterà l’irrogazione di gravi sanzioni, anche di carattere penale».



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X