facebook rss

Covid 19, prima vittima a Camerano
La sindaca: «Preghiamo per nonna Luisa»

L'ANZIANA di 88 anni è deceduta ieri all'Inrca di Ancona. «Quando tutto sarà passato, ricorderemo le sofferenze di queste settimane senza dimenticare nessuno» commenta Annalisa Del Bello
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco di Camerano, Annalisa Del Bello

 

 

«Anche a Camerano è arrivato il triste momento di salutare una persona deceduta per colpa del Covid19. Nonna Luisa Falcioni ci ha lasciato ieri all’ospedale Inrca. Una preghiera per lei e un abbraccio alla famiglia. Quando tutto sarà passato ricorderemo le sofferenze di queste settimane senza dimenticare nessuno». A parlare è il sindaco Annalisa Del Bello che annuncia il decesso della 88enne avvenuto ieri mattina all’ospedale della Montagnola. I familiari accompagneranno il feretro oggi al cimitero senza cerimonia funebre, come previsto dalle disposizioni governative anti Coronavirus. La sindaca torna a ricordare ai concittadini di restare a casa.«I nostri vigili e carabinieri controllano il nostro territorio per tutto il giorno. Vi ringrazio perché notiamo il rispetto delle regole. Ma non dobbiamo abbassare la guardia». Ieri, secondo i dati della Prefettura, 12 persone a Camerano erano in quarantena «ma la.situazione è in continua evoluzione. Alcuni terminano la quarantena altri si aggiungono quindi ora più che mai restiamo a casa. – ha ricarcato Annalisa Del Bello – Le aziende non legate a produzioni essenziali per l’emergenza chiuderanno. I servizi comunali continueranno a seguire anziani soli e assistenza per casi gravi. Il numero da chiamare è 3479734976». In paese molti negozi hanno attivato la consegna a domicilio della spesa e «i nostri ragazzi – ha proseguito il sindaco – sono aiutati dagli insegnanti quotidianamente con lezioni on line e compiti. Nel pomeriggio gli educatori di Incontro al.Centro (il nostro progetto per ragazzi da 11 a 18 anni) aiutano i ragazzi con i compiti e fanno loro compagnia grazie ai social. Insieme ce la faremo».



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X