facebook rss

Litiga con la ex, sale in auto
per inseguirla ma era ubriaco:
denunciato un 40enne

SENIGALLIA - I poliziotti del Commissariato, avvertiti dagli amici della coppia hanno bloccato la vettura dell'uomo che è risultato positivo all'alcoltest. Gli è stata ritirata anche la patente ma è stato evitato il peggio e che la lite degenerasse
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

 

Va alla ricerca della ex fidanzata, dopo un litigio, ma viene fermato dalla Polizia perché si era messo alla guida ubriaco e il 40enne finisce nei guai. Tutto è iniziato quando al numero unico di emergenza 112 è la segnalazione di una lite accesa tra due persone all’interno di un appartamento nel centro di Senigallia. Gli agenti della Squadra Volante del Commissariato di Senigallia immediatamente raggiungevano il luogo indicato dove trovavano due persone, amici dei due litiganti, che dichiaravano che poco prima un amico si era recato da loro alla ricerca della ragazza con cui da qualche giorno aveva interrotto la relazione. Ma l’uomo, un 40enne dell’entroterra senigalliese, nonostante la donna lo respingesse, manifestava l’intenzione di incontrarla. Quando i due si incontravano, cominciavano a litigare in modo acceso e la ragazza decideva di allontanarsi. L’uomo, di seguito alla fuga della ragazza, inizialmente rimaneva con i due amici, ma poi decideva di raggiungerla. I due amici, però, vedendo l’uomo abbastanza agitato e temendo peggiori conseguenze, di seguito alla lite tra i due ex compagni, decidevano di chiedere aiuto.

I poliziotti dopo aver ricostruito la vicenda, si ponevano alla ricerca dell’uomo che effettivamente veniva trovato nei pressi dell’abitazione ove si era rifugiata la ragazza. L’uomo veniva trovato alla guida di un veicolo e, dopo aver intimato l’alt al conducente, sceso dal veicolo l’uomo manifestava i sintomi dell’ebbrezza alcolica, oltre allo stato di agitazione, aveva difficoltà nei movimenti. Gli agenti dunque sottoponevano il soggetto alla prova alcolimetrica ed effettivamente risultava avere un valore di circa 1,5 g\l (limte di legge consentito 0.50). I poliziotti provvedevano pertanto a denunciare l’uomo per il reato di guida in stato d’ebbrezza dell’uomo e gli ritiravano anche la patente. L’intervento consentiva altresì di evitare che la lite tra i due potesse degenerare, anche in considerazione dello stato di ubriachezza in cui versava l’uomo e che in qualche modo aveva determinato il diverbio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X