facebook rss

Penelope, 726 persone scomparse
in quarant’anni nelle Marche

L'ASSOCIAZIONE fa il punto della situazione in occasione della Giornata Internazionale dei bambini scomparsi che ricorre oggi in tutto il mondo
Print Friendly, PDF & Email

Giorgia Isidori, presidente di Penelope Marche

 

 

Sono scomparse più di 700 persone, tra minori, adulti e anziani negli ultimi quarant’anni nelle Marche. A ricordarlo è l’associazione Penelope Marche, presieduta da Giorgia Isidori,  in occasione della Giornata Internazionale dei bambini scomparsi che ricorre oggi in tutto il mondo per sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti dei minori che scompaiono senza lasciare traccia.La data del 25 maggio nasce per ricordare la scomparsa del piccolo Ethan Patz, 6 anni, rapito a New York il 25 maggio 1979 mentre si stava recando alla fermata dell’autobus per andare a scuola. La Giornata dedicata ai bambini scomparsi rappresenta un’occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sul triste e delicato fenomeno al fine di non dimenticare e tenere sempre alta l’attenzione sulle tristi vicende. Importante è l’affiancamento alle famiglie che subiscono questo dramma e che vivono nell’attesa il ritorno dei loro cari di cui non hanno più notizie.

Secondo i dati forniti nella XXIV ͣRelazione semestrale a cura dell’Ufficio del Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse in Italia sono da ricercare 62.842 persone (dal 1 gennaio 1974 al 31 dicembre 2020). Le denunce di scomparsa nel nostro paese registrate dalle Forze dell’ordine alla stessa data sono: 258.552. Le persone ritrovate sono: 195.710. 46.417 sono i minorenni scomparsi (2.433 italiani e 43.984 stranieri).. Su un totale di 136.884 denunce di scomparsa di minori, al 31 dicembre 2020, 74.840 riguardano allontanamenti volontari, 35.873 motivazione sconosciuta, 23.656 allontanamento da istituto o comunità, 1.712 sottrazione da coniuge o altro congiunto, 586 possibili disturbi psicologici, 217 possibile vittima di reato. «Dal totale delle denunce di scomparsa si rileva che il 52,94% concerne la scomparsa di minori. – ricorda l’associazione Penelope – Nelle Marche mancano all’appello 726 persone. Alla stessa data sono da rintracciare 616 minori tra cui 31 italiani e 585 stranieri mentre sono 22 sono i cadaveri non identificati nella nostra regione censiti al secondo semestre 2020. Anche nella nostra regione avvenne la sparizione misteriosa nel 1979 di un bambino: il piccolo Sergio Isidori che a soli 5 anni e mezzo scomparve senza lasciare traccia da Villa Potenza (Macerata). Ad oggi rimane tra i casi in Italia tutt’ora insoluti. Tra i casi di minori scomparsi l’Associazione ha seguito da vicino la vicenda di Cameyi Mosammet, 15 anni, scomparsa la mattina del 29 maggio 2010, da Ancona, i cui frammenti ossei sono stati ritrovati nel marzo 2018 nel cosiddetto “Pozzo degli orrori” a Porto Recanati».

Penelope Marche Odv sta anche affiancando genitori vittime di sottrazione internazionale di minore, la cosiddetta child abduction, rapimento ad opera di un genitore che conduce illecitamente all’estero il minore, in alcuni casi, senza più darne notizia interrompendo qualsiasi contatto con il genitore vittima della sottrazione, divenendo irreperibili, e rendendo di fatto compromesso il diritto alla bigenitorialità del minore stesso. «I genitori in questione, assistiti da Penelope Marche Odv, stanno portando avanti battaglie umane e giudiziarie a livello internazionale per ottenere il rimpatrio dei loro figli italiani sottratti unilateralmente dal coniuge e trattenuti in territorio estero» aggiunge la onlus. Rimangono ancora avvolti da mistero le vicende di scomparsa di: Giancarlo Bonaventura (scomparso a Pesaro il 9 gennaio 1978); Stefano Caraceni (scomparso a Macerata il 6 gennaio 1980); Terenzio Cecchini (scomparso a Pesaro il 23 giugno 1994); Roberto Tassi (scomparso da Gaville, fraz. di Sassoferrato il giorno 11 giugno 1995); Tiziana Ricciarelli (scomparsa a Urbino il 25 giugno 1996); Rosanna Ghiselli (scomparsa a Urbino il 25 maggio 2002); Paolo Spegne (scomparso a Loreto il 12 agosto 2005); Saverio Simonetti (scomparso a Penna San Giovanni – Mc- il 22 agosto 2010); Ivan Angelo Pegan (si imbarca dal porto di Ancona il 15 giugno 2013 per Durazzo – Albania); Carla Rovaldi (scomparsa a Fano- il 21 febbraio 2015); Luca Palombarini (scomparso a San Severino Marche – il 6 marzo 2015); Ines Sposetti (scomparsa a Massa Fermana – il 7 agosto 2015); Adriano Barchiesi (scomparso a Montemonaco  -nel 2017); Rolando Cermaria (scomparso a Pesaro il 12 marzo 2020).

Condannato ad Atene il papà di Sassoferrato: «Processo kafkiano, presenterò appello»

Omicidio di Cameyi, a giudizio l’ex fidanzatino Processo davanti alla Corte d’assise

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X