facebook rss

Consorzio alta formazione
del diritto amministrativo, Giacchetti:
«Lavoriamo per potenziarlo»

OSIMO - La presidente dell'Istituto Campana, che offre la sede all'ente, è intenzionata a riportare l'attività e le adesioni al progetto ai livelli del passato
Print Friendly, PDF & Email

Palazzo Campana

 

«Si punta al potenziamento del Consorzio di Alta Formazione del Diritto Amministrativo di Osimo» e l’Istituto Campana che ospita l’ente nelle sue sale, fa sapere la presidente, sta lavorando per rilanciare la partecipazione di enti pubblici come Regione, Comuni e Università, oltre che privati (lo stesso Istituto Campana e altri) al Consorzio di Alta Formazione in Diritto Amministrativo. «E’ un fiore all’occhiello del Polo istruzione di Osimo e delle Marche. – sottolinea Gilberta Giacchetti, presidente dell’Istituto Campana – Il progetto è quello di riportare il Consorzio ai livelli di attività e sopratutto di consorziati che lo hanno contraddistinto in tutta Italia, nel corso dei precedenti anni. La speranza è quella che Osimo sia nuovamente punto di riferimento regionale nel settore dell’Istruzione permanente intesa anche come aggiornamento e crescita».

Gilberta Giacchetti

Tra i soci fondatori dell’ente che organizza e promuove dal 2003 master e corsi di formazione per dirigenti e funzionari della pubblica amministrazione, seminari di approfondimento per studenti e ricerche giurisprudenziali c’è anche il Comune di Osimo che ha costituito il Consorzio ed ha aderito al progetto insieme agli atenei di Macerata e Camerino mentre in questi anni hanno partecipato alle attività quali componenti ordinari anche la Soprintendenza regionale delle Marche per i beni e le attività culturali, la Regione Marche e l’istituto Campana. Nel Cda siede anche un magistrato del Tar Marche. Dal 2016 i bilanci del Consorzio però sono in passivo e l’amministrazione comunale di Osimo ha più volte annunciato l’intenzione di recedere.

Consorzio Alta Formazione Diritto amministrativo, il Campana: «Il Comune non versa quote annuali»

«No all’uscita dal Consorzio per l’Alta Formazione in studi amministrativi»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X