facebook rss

Luci, neve e acrobati:
si accendono le luci
del Natale a Falconara

FESTE - Sabato pomeriggio la cerimonia di apertura di ‘FalcoNatale 2022’ con uno spettacolo sorprendente in piazza Mazzini
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Signorini con alcuni sponsor e i rappresentanti delle associazioni sotto il grande albero che si accenderà sabato 3 dicembre

 

Sarà ricco di sorprese il Natale di Falconara, che sarà inaugurato sabato 3 dicembre con uno spettacolo di neve, luci, musica ed evoluzioni acrobatiche, capaci di lasciare tutti a bocca aperta. Alle 17 in piazza Mazzini il sindaco Stefania Signorini accenderà il grande abete al centro della piazza, fornito e installato con il contributo di Giardinia. Contemporaneamente si illumineranno tutte le strade e gli alberi allestiti nei quartieri (quello posizionato in piazza Mazzini è il puntale di un ‘Abies Alba’ proveniente da un vivaio, destinato al diradamento produttivo). Per sottolineare l’accensione delle luminarie, in piazza Mazzini prenderà vita uno show inedito, con musica natalizia e fari luminosi in movimento che scandiranno la caduta della neve artificiale.

Dal ‘cielo’ scenderanno anche gli acrobati di danza aerea su tessuto che si esibiranno fino a sera. Ad animare il pomeriggio, presentato dal giornalista Maurizio Socci, ci saranno inoltre il Villaggio di Babbo Natale, il tradizionale mercatino solidale con tante idee regalo, castagne e vin brulé. Inizierà così ‘FalcoNatale 2022’, il cartellone natalizio di Falconara che coinvolgerà tutto il territorio. Il programma, che proseguirà fino all’8 gennaio, è stato reso possibile grazie al contributo di tante attività economiche e alla partecipazione delle associazioni cittadine. Il programma è stato presentato nella mattinata di oggi, giovedì 1 dicembre, dal sindaco Stefania Signorini, dall’assessore al Commercio Clemente Rossi, da rappresentanti degli sponsor e delle associazioni.

«Per questa edizione – ha detto il sindaco Signorini – abbiamo potuto contare più che in passato sul sostegno degli sponsor, che hanno coperto quasi per intero l’investimento. Come ogni anno, poi, le associazioni sono state al nostro fianco, per mettere a disposizione della comunità professionalità e talento, in modo da animare tutto il periodo delle feste. Il Comune ha sostenuto solo i costi tecnici. Una scelta dettata dal momento di crisi, che ha colpito duramente le famiglie e gli stessi enti locali: non volevamo spegnere il Natale, perché la città ha bisogno di un messaggio di speranza, così la comprensione e il supporto di tante realtà economiche ci ha permesso di offrire un intrattenimento all’altezza delle aspettative, senza pesare sul bilancio comunale. La parola chiave di questa edizione è ‘insieme’». «L’impegno dell’amministrazione è stato quello di coinvolgere i quartieri del territorio – ha aggiunto l’assessore Rossi –. Dal tessuto economico cittadino stanno arrivando segnali di ripresa, che vogliamo incoraggiare con convinzione utilizzando gli strumenti a disposizione dell’amministrazione comunale».

IL PROGRAMMA – Tra le attrazioni inedite di FalcoNatale 2022, l’arrivo del Santa Claus Bus, la ‘casa mobile’ di Babbo Natale che farà tappa a Falconara il 7 e l’8 dicembre: alle fermate di Palombina Vecchia (centro Le Ville), piazza Mazzini e Castelferretti (piazza Albertelli) i bambini potranno salire a bordo, dove saranno accolti dai folletti per tuffarsi nell’atmosfera natalizia e per consegnare la loro letterina nelle mani del destinatario. Un’altra iniziativa che approderà in città per la prima volta è la rassegna di concerti itineranti che attraverseranno il centro città: il primo sarà quello della Banda di Castelferretti (4 dicembre), poi quello della Grilli’s Band (10 dicembre) e della Marching Band (18 dicembre). Una grande novità sarà il cinema di Natale, con proiezioni nei locali ristrutturati dell’ex Cinema Enal di Castelferretti, che inaugurerà a breve. Quanto agli appuntamenti tradizionali, torneranno i concerti dei bambini degli istituti scolastici, quelli delle scuole di musica Marini e Persichetti, lo spettacolo di Ma.Mo. di Dance. Torneranno anche i ‘Presepi itineranti’ di Castelferretti (dall’8 dicembre) e il presepe meccanico nelle grotte del Castello di Falconara Alta, allestito dal Comitato Presepe di Rocca Priora e aperto dal giorno di Natale. Tra gli appuntamenti religiosi, il Falò della Venuta l’8 dicembre al Parco Robinson (Parrocchia San Giuseppe), il concerto dell’Immacolata (Chiesa di Sant’Andrea) e i canti del 6 gennaio nella chiesa di Sant’Antonio della Corale Pierbattista da Falconara.

LE ASSOCIAZIONI – Al cartellone natalizio partecipano la Pro Loco Falconamare, la Pro Castelferretti, la Pro Loco Pionieri di Rocca Mare, le scuole di musica ‘Federico Marini’ e ‘Vincent Persichetti’, il Corpo bandistico di Castelferretti, la corale Padre Pier Battista da Falconara, l’associazione Koinè, il gruppo ‘Sognando il Presepe’, Confartigianato, la parrocchia di San Giuseppe, la  New Event, Ma.Mo.Dance, il Comitato La Palombina, il Comitato Presepe Rocca Priora. Anche la Lega Navale ha offerto il suo contributo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X