facebook rss

Carabinieri di nuovo al parco del Vallato,
trovato denaro di dubbia provenienza

JESI - Carabinieri di nuovo al parco del Vallato. Stavolta sono stati rinvenuti dei soldi di dubbia provenienza. Dei ragazzi sono stati controllati.
Print Friendly, PDF & Email

Il controllo dei Carabinieri di Jesi al parco del Vallato.

I Carabinieri di Jesi sono tornati al Parco del Vallato, dopo la bella operazione che ha portato al duplice arresto di due spacciatori stranieri senza fissa dimora trovati in possesso di un etto di hashish e di 400 euro in contanti. Stamattina il giudice del Tribunale di Ancona ha convalidato gli arresti e disposto per i due il divieto di dimora nel comune di Jesi. E sulla scia di quel bel risultato, oggi pomeriggio è scattato l’ennesimo blitz, perché la mission degli uomini dell’Arma è quella di stroncare il traffico di sostanze stupefacenti che si svolge anche in pieno giorno, magari utilizzando degli stratagemmi e in posti sempre diversi. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno ispezionato il parco insieme alle unità cinofile del Nucleo di Pesaro. I militari si sono appostati in abiti civili. A 200 metri di distanza dall’obiettivo: un ragazzo magrebino tra i 20 e i 25 anni i cui movimenti sospetti li avevano insospettiti. Infatti hanno atteso pazientemente le sue mosse. Il ragazzo si è avvicinato a un cespuglio, situato vicino alle scalette che collegano il parco all’ascensore. Convinto di non essere osservato, ha infilato le mani nel cespuglio alla ricerca di qualcosa. Ha trovato un involucro con del denaro dentro, poco meno di 300 euro.

Il cane antidroga Jago.

In quel momento è scattato il blitz e dalle loro postazioni sono usciti allo scoperto i militari e anche le unità cinofile con i cani antidroga Anita e Jago. Il ragazzo è stato bloccato e identificato, il denaro – di dubbia provenienza – è stato sequestrato. L’ipotesi degli investigatori è che si tratti di provento di spaccio, destinato non certo a chi lo ha ritirato. Il magrebino potrebbe essere solo una pedina, un soggetto incaricato di ritirare quei soldi e poi di consegnarli a qualcuno. E quel qualcuno, che magari non poteva avvicinarsi al Parco, ormai quotidianamente presidiato dai Carabinieri, presto sarà rintracciato. Le indagini continuano serrate. Nel corso del pomeriggio sono stati identificati e controllati altri cinque ragazzi e una ragazza, risultati puliti. I controlli al parco del Vallato continueranno serrati anche nei prossimi giorni e si inseriscono in una più ampia attività disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di Ancona, come stabilito nel Comitato Provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica del 15 novembre. Grande soddisfazione da parte dei cittadini che si sono trovati a passare al Vallato durante il controllo di oggi e che hanno ringraziato i carabinieri per la vicinanza e per la loro presenza così assidua.

Operazione antidroga, arrestati due pusher al parco del Vallato

Polizia e unità cinofile al parco, la droga era sotterrata

Degrado al parco del Vallato, il sindaco interviene: «Presto nuova illuminazione e telecamere»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X