facebook rss

Compie 106 anni la nonnina
più longeva di Osimo:
grande festa per Adele alla ‘Bambozzi’

CENTENARI - Ieri l'arcivescovo Angelo Spina ha celebrato la messa nella casa di riposo del centro storico. Un bell'esempio di vita: rimasta vedova a 46 anni, nel 1960 questa donna di grande fede e coraggio si è trasferita da Montefano in città dove ha cresciuto da sola 4 figli, lavorando per lunghi anni come cuoca
Print Friendly, PDF & Email

La festa alla casa di riposo Bambozzi di Osimo per i 106 anni di Adele Coppetta Egidi

Adele Coppetta

 

Grande festa, ieri 28 novembre, alla casa di riposo Bambozzi di Osimo, con la messa celebrata dall’arcivescovo Angelo Spina, per i 106 anni di Adele Coppetta Egidi, la nonnina più longeva di Osimo. In realtà Adele è nata a Montefano, il 24 novembre del 1913 ma è osimana d’adozione. Rimasta vedova a 46 anni, si era trasferita con i 4 figli in città nel 1960, abitando per tanti anni in via Olimpia. Madre di don Giuseppe Egidi e del compianto direttore della biblioteca comunale di Osimo, Luciano Egidi, Adele ha lavorato per tutta la sua vita senza risparmiarsi, ed ha cresciuto da sola i suoi figli, con il vigore ed il coraggio delle donne del secolo scorso, sopravvissute a due Guerre Mondiali e ai cambiamenti epocali della società.

Palloncini colorati per nonna Adele

E’ stata cuoca al Convento dei Servi di Maria di Montefano, poi al Collegio Campana di Osimo. Donna energica e di profonda fede cattolica, ha cucinato per i campi scuola della Parrocchia di San Marco e per l’Associazione Roller House di Osimo, sempre sorridente e attorniata da tanti ragazzini. Quando ormai era anziana ha voluto realizzare due sogni che aveva cullato in gioventù: ha visitato la Terra Santa e Parigi. Per onorare questa ricco bagaglio di esperienze, ricordi e passioni, la presidente della fondazione Bambozzi, Laura Cionco, ha voluto organizzare un pomeriggio di festa alla casa di riposo del centro storico per applaudire Adele e il suo esempio di vita. Giovedì, con mons. Spina e padre Duilio Carletti ha concelebrato la messa proprio il figlio della centenaria. La vice sindaco Paola Andreoni ricordava pochi mesi fa che «sono dodici gli ultra longevi di Osimo che a fine 2018 hanno oltrepassato il secolo di vita. La carica delle centenarie e centenari comprende cinque nati nel corso del 1918, e che quindi hanno compiuto quest’anno 100 anni, due i nostri concittadini nati nel 1917, una è della classe 1916, due signore sono nate nel 1915 e ancora altre due signore sono nate nel 1913 (ma lo scorso luglio se n’è andata Elena Giogetti Donnini n.d.r.). Sono loro i più longevi di Osimo: undici donne e un solo uomo».

Nonna Adele durante i festeggiamenti accanto alla figlia di 83 annie alla presidente della casa di riposo Laura Cionco

Da sinistra padre Duilio Carletti, l’arcivescovo Angelo Spina e il figlio di Adele, don Giuseppe Egidi, durante la messa concelebrata nella casa di riposo Bambozzi

 

Marche, terra degli ultracentenari

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X