facebook rss

Il mago delle truffe online
colpisce ancora:
salgono a 12 le denunce

FABRIANO - Nonostante l'arresto del 22enne fabrianese, al ragazzo continuano ad arrivare i pacchi frutto dei suoi raggiri. Spunta una dodicesima denuncia da Potenza: aveva spedito un iPhone ma il pagamento della merce non è mai arrivato. La consegna è stata bloccata dagli agenti del commissariato
lunedì 27 febbraio 2017 - Ore 14:58
Print Friendly, PDF & Email

 

Dieci giorni fa l’arresto, sorpreso in flagrante mentre riceveva dalle mani del corriere il pacco con la merce frutto della truffa online (leggi l’articolo). Le manette non hanno però fermato la serie di raggiri che il ragazzo di Fabriano aveva messo in atto prima dell’arresto e che ancora oggi continuano a viaggiare sul web. Oggi gli agenti del commisssariato di polizia hanno fermato un altro pacco indirizzato al 22enne accusato di truffa aggravata online e così spunta l’ennesima denuncia contro di lui. Al momento dunque sono 12 le vittime del fabrianese, sparse in tutta Italia, che si sono rivolte alla polizia per denunciare il mancato pagamento della merce venduta via internet, ma potrebbero essere molti di più quelli che sono stati colpiti dal giovane fabrianese. La modalità è sempre la stessa: il ragazzo acquistava i beni, soprattutto gadget tecnologici, attraverso i siti di compravendita online. Quindi raggirava i proprietari inviando false copie di bonifici bancari. Convinti del pagamento, i venditori non facevano altro che spedire la merce al ragazzo, salvo poi accorgersi dopo giorni che il bonifico non era mai andato a buon fine. Fino a quando gli agenti della polizia di Fabriano non si sono messi a pedinare il corriere che doveva consegnare al 22enne l’ultimo pacco frutto della truffa, dietro segnalazione di un ragazza toscana. Beccato sul fatto, il giovane fabrianese si è anche lasciato andare, facendo i complimenti alla polizia. Ma nonostante le manette, al ragazzo continuano ad arrivare i pacchi che fingeva di acquistare. Oggi è stata la volta di un iPhone di ultima generazione, spedito da un uomo di Potenza dopo aver stabilito un prezzo di 115 euro con il falso acquirente. Anche stavolta, il bonifico era falso, riprodotto nei minimi dettagli secondo la polizia, la spedizione invece era verissima, anzi, era stata richiesta con urgenza dal fabrianese. Dopo aver atteso giorni, inutilmente, l’accredito della cifra sul proprio conto corrente, l’uomo ha sporto denuncia alla questura di Basilicata. Ancora una volta dunque gli agenti del commissariato di Fabriano si sono messi sulle tracce del corriere che avrebbe dovuto effettuare la consegna, rintracciando il pacco e bloccandola. Sull’imballaggio del cellulare, sempre l’indirizzo e le generalità del 22enne fabrianese, che a questo punto dovrà rispondere di 12 denunce per truffa aggravata online.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X