facebook rss

Va in tribunale per fare il giudice
popolare ma si porta un coltello:
bloccata all’entrata

ANCONA - L'episodio è accaduto la settimana scorsa in Corte d'Appello quando una donna originaria di Pesaro non ha passato i controlli sicurezza all'ingresso del palazzo di via Carducci dove era stata convocata. Per lei è scattata la denuncia per porto abusivo d'armi
Print Friendly, PDF & Email

La Corte d’Appello

 

Si presenta in Corte d’Appello perchè convocata come giudice popolare, ma viene bloccata all’ingresso con un coltello della lunghezza di 27 centimetri: 58enne denunciata. Il fatto è accaduto nella mattinata dello scorso giovedì, quando la donna era stata chiamata dalla struttura di via Carducci per stabilire la sua disponibilità in qualità di giudice popolare durante le udienze del prossimo settembre. All’ingresso, però, la 58enne – residente a Pesaro – non ha passato i controlli. Il metaldetector ha bloccato la sua borsa. Sono stati gli addetti dell’istituto di vigilanza La Vedetta a scoprire che all’interno c’era nascosto un coltello della lunghezza complessiva di 27 centimetri, con 8 di lama e 8 presi da un punteruolo. La donna si è giustificata dicendo che si era scordata quell’arma dentro la borsa e che veniva utilizzata solamente in ambito marittimo, per la sua barca ormeggiata al porto. Una scusa che non le ha comunque tolto la denuncia, formalizzata dai carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X