facebook rss

Waterfront, riaperti con spettacolo
gli spazi fronte mare
del grattacielo della città
(Foto/Video)

ANCONA – Show di danza verticale lungo la parete di palazzo degli Anziani, dove sono state inaugurate le sale restaurate del basamento (ex magazzini), ancora vuote, che ospiteranno l'Urban Center, sede dello sportello turistico IAT Ancona 3.0 con percorsi multimediali hi-tech, e base operativa del progetto Heritage Science, AnconArcheologica. Mancinelli: «progetto waterfront finito entro il 2020»
domenica 7 Aprile 2019 - Ore 22:24
Print Friendly, PDF & Email

Il basamento restaurato di Palazzo degli Anziani

 

di Martina Marinangeli

(foto di Giusy Marinelli)

Una porta fronte mare che si spalanca sul porto e conduce al cuore della città. Inizia il nuovo corso di Palazzo degli Anziani – biglietto da visita di Ancona per i croceristi e non solo – dove oggi (7 aprile) sono state inaugurate le sale restaurate del basamento (ex magazzini), con tanto di suggestivo spettacolo di danza verticale lungo la parete del grattacielo medievale della città. Una performance con musica dal vivo e colorate proiezioni, curata della Compagnia Il Posto con direzione artistica del festival Cinematica (di cui l’evento è stato uno dei momenti clou), che ha ricevuto gli applausi della piccola folla riunitasi per vedere il primo passo del new deal per quest’area della città. Baciata dai raggi rosa del sole al tramonto riflessi sulle acque del golfo, la riapertura di quelle stanze, chiuse da tempo, è stata un’anteprima di ciò che sarà l’Urban Center, sede dello sportello turistico IAT Ancona 3.0 con percorsi multimediali hi-tech e vetrina delle bellezze e dei prodotti made in Marche, e base operativa del progetto Heritage Science, AnconArcheologica. «Il recupero di Palazzo degli Anziani – sottolinea la sindaca Valeria Mancinelli, affacciata alla terrazza che dà su piazza Dante – segna di fatto l’inizio della parte realizzativa del progetto ITI Waterfront e ne costituisce il baricentro, quale cerniera tra la città storica e il mare». A questo, si aggiungerà a breve il secondo tassello del progetto, quello dell’illuminazione dal porto su fino a via Pizzecolli, per il quale è stato già aggiudicato il concorso. Previsto anche il recupero dell’area degli ex uffici del Nautico, dove verrà realizzata una piazza, punto di sosta in direzione porto, e arriveranno anche i bus elettrici per unire il golfo alla città. «Entro il 2020, il progetto waterfront sarà concluso e darà un nuovo volto a questa parte fondamentale della città», parola della prima cittadina.                                       

Nell’attesa, si sono spalancate le porte degli spazi al pianoterra di Palazzo degli Anziani, sulle cui pareti sono state proiettate immagini dell’Ancona prima e dopo, con rendering del nuovo volto della città una volta attuali tutti i progetti di restyling come il Bando periferie ed il waterfront stesso, finanziato con 8 milioni di euro di cui 6,2 di Fondi europei. «Al momento sono vuoti: contiamo di attivare l’Urban center già nel breve periodo – traccia il cornoprogramma Mancinelli –, ma nel frattempo potremmo utilizzarli per esposizioni temporanee». Secondo il progetto, gli spazi del basamento di Palazzo degli Anziani sono destinati ad essere il luogo di accoglienza e di incontro per chi arriva ad Ancona. Si articoleranno come centro di informazione face-to-face ed al contempo spazio di accoglienza di tipo innovativo, in grado di raccontare i punti salienti della storia della città ma anche la sua contemporaneità. Il progetto ITI Waterfront prevede, nello specifico, la realizzazione di un’infrastruttura 4.0. che utilizzi una serie di caschetti hi-tech, che permetteranno al viaggiatore, al visitatore e al cittadino di entrare nel vivo della città attraverso un percorso reale e virtuale insieme. È il progetto Heritage Science, AnconArcheologica, promosso da Comune e Univpm per realizzare una mappatura del patrimonio archeologico della città e dei più importanti siti delle Marche: grazie alle ricostruzioni degli edifici originali tramite modelli tridimensionali, sarà come vederli da vicino.

L’evento ha anche comportato qualche modifica della viabilità, con sosta interdetta su ogni lato di Piazza Dante falle 8 alle 24 e, a partire dalle 14 fino alle 24 anche la circolazione veicolare nella piazza e nelle vie limitrofe, come stabilito da specifica ordinanza.

Un momento dello spettacolo di danza verticale

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X