facebook rss

E’ morto Guelfo Verdolini,
storico musicista della Banda

OSIMO - Se n'è andato ieri a 96 anni ed oggi la città lo ha salutato in cattedrale. Era stato direttore dell'Ufficio postale
Print Friendly, PDF & Email

Guelfo Verdolini

 

Sono stati celebrati oggi pomeriggio nella cattedrale di Osimo i funerali di Guelfo Verdolini. Lo storico musicista della Banda città di Osimo si è spento ieri, 2 gennaio, all’età di 96 anni. «Ha conosciuto il clamore e gli applausi, se ne è andato in punta di piedi, nel suo stile. La sua Osimo lo ricorda con affetto e stima. – lo ricorda il vice sindaco Paola Andreoni – La Banda musicale perde uno dei suoi decani. Guelfo è stato uno di quei personaggi caratteristici di Osimo. Vuoi per il ‘calore umano’ che sapeva trasmettere, per il suo portamento, sempre comunque elegante, per il suo continuo fischiettare motivi musicali. Sempre gentile e sorridente, e sicuramente nel centro storico di Osimo dove lui ha abitato per tanti anni insieme alla moglie Piera Bruna Sisti, è stato uno dei personaggi più stimati e considerati dalla nostra comunità cittadina. Una persona per bene, un’esistenza dedicata al lavoro in particolare alle Poste, dove ha iniziato la sua carriera come ‘telegrafista’ per poi diventare direttore dell’ufficio postale di Osimo. Gli osimani sicuramente ne ricorderanno nel lavoro, l’educazione, la cordialità e il rispetto».

La musica è stata però la sua vera passione, coltivata come percussionista nelle varie band delle quali ha fatto parte: gli Aristeo-Vitali, i Meridiani, Gino e i Sagittari. Nella copro bandistico si è sempre esibito suonando cassa, piatti, tamburo e timpani, contribuendo a dare il ritmo giusto ai cortei civili e religiosi nelle occasioni ufficiali. Guelfo Verdolini lascia i figli Mauro e Silvano, le nuore Ivana e Sonia ed i nipoti Antonello, Daniele e Roberta oltre ai pronipoti.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X