facebook rss

L’idea ingegnosa e pratica: dai reggiseni
le mascherine anti-Covid 19

FABRIANO - Sono bastati pochi giorni all’azienda Rosanna Taglio per togliere dalle macchine la lycra e sostituirla con il Tnt, per dare il proprio contributo alla grande richiesta di dispositivi di protezione
Print Friendly, PDF & Email

Le dipendenti della Rosanna Taglio di Fabriano

 

L’ordinario che diventa straordinario. Dai reggiseni nasce una mascherina preformata e più confortevole. Sono bastati pochi giorni all’azienda Rosanna Taglio di Fabriano, per togliere dalle macchine la lycra per i reggiseni e sostituirla con il Tnt, per dare il suo contributo alla grande richiesta di mascherine. La chiave di volta, per arrivare in poco tempo a lavorare 3000 mascherine al giorno, è stata proprio nei macchinari per preformare le coppe dei reggiseni. La loro forma – fa sapere una nota stampa dell’azienda – è infatti esattamente la stessa delle mascherine, che aderiscono così alla forma del viso senza toccare la bocca, rimanendo più asciutte e confortevoli. «Oltre alle mascherine preformate, riusciamo a tagliare 3.000 mascherine simil-chirurgiche al giorno. Tutti i nostri semilavorati vanno poi ad altre aziende della filiera, che confezionano il prodotto finito e lo sanificano» spiega Annamaria Ciampichetti, titolare dell’azienda che dal 1982 taglia e preforma tessuti per il mondo della moda. Un contributo importante, in questo periodo difficile, che è stato reso possibile sia dalla partnership tra le aziende della filiera del tessile, che dalla dedizione dei collaboratori di Rosanna Taglio, che hanno riorganizzato la loro routine lavorativa su due turni.

«Grazie al nostro piccolo laboratorio interno, siamo anche riusciti a confezionare diverse mascherine – continua Annamaria – che abbiamo subito messo a disposizione dei nostri collaboratori, delle loro famiglie e di alcune aziende e associazioni di volontariato della zona di Fabriano». Un gesto quotidiano e ordinario, come tagliare e preformare coppe per i reggiseni, è diventato così una risorsa stra-ordinaria in un momento tanto difficile per il Paese. «Il Coronavirus sta togliendo tanto al nostro quotidiano, ma in Rosanna Taglio abbiamo deciso di vivere questo momento come un’occasione di riscoperta personale, aziendale e sociale. Per questo, pensando a chi sta a casa e fatica a procurarsi le mascherine: abbiamo messo a disposizione sui canali social di Rosanna Taglio il nostro cartamodello e pubblicato un video tutorial su come cucire una mascherina in 5 semplici mosse» conclude Annamaria Ciampichetti, titolare di Rosanna Taglio. L’azienda fabrianese dal 1982 si occupa di taglio tessuti e servizi per il mondo della moda. La preparazione dei semilavorati per il confezionamento di lingerie e abbigliamento, destinati ad importanti brand nazionali, rappresenta l’attività principale dell’azienda. Annamaria Ciampichetti ha preso le redini dell’azienda, fondata dalla mamma Rosanna Filippini, affiancando know-how e tecnologia 4.0 al sapere e alla manualità del lavoro artigianale.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X