facebook rss

Osimo intitolerà una via
a Gino Strada e Teresa Sarti

Il CONSIGLIO comunale ha approvato all'unanimità la mozione presentata dai consiglieri del Pd. Deliberate a maggioranza le due mozioni della consigliera pentastellata Donia per istituire un cimitero dedicato agli animali d'affezione e per creare un circuito virtuoso riguardante il riciclo delle mascherine chirurgiche anti Covid
Print Friendly, PDF & Email

Un momento della seduta consiliare di Osimo, convocata oggi dal presidente del Consiglio Giorgio Campanari in video conferenza

 

Osimo intitolerà una strada, una piazza o un luogo pubblico della città a Gino Strada e a sua moglie Teresa Sarti, fondatori di Emergency, organizzazione non governativa che fino ad oggi ha prestato assistenza medica gratuita a oltre 11 milioni di persone nei luoghi più poveri del mondo. Il consiglio comunale ha infatti approvato all’unanimità, oggi pomeriggio, la mozione a tema presentata dai consiglieri del Partito Democratico Gallina Fiorini, Flamini, Pierini e Gobbi. «Un gesto denso di significato perché questa coppia merita di essere ricordata dalla future generazioni» ha sottolineato il capogruppo democrat Diego Gallina Fiorini nel presentare la mozione, ricordando che Emergency è stata impegnata anche nei luoghi martoriati dal terremoto per garantire assistenza infermieristica e nelle ultime settimane ha concentrato le sue energie a sostegno della popolazione afghana.

Votate a maggioranza invece le due mozioni presentate dalla consigliera del M5S. Cateria Donia, firmate entrambe anche dal presidente del Consiglio, Giorgio Campanari. La prima, relativa alle creazione di un circuito virtuoso riguardante il riciclo delle mascherine chirurgiche e dei dispositivi medici per il contenimento dei contagi da Covid, è stata emendata dalla maggioranza, che ha modificato il testo precisandoo che dal maggio 2020 sono stati installati 20 contenitori , dal centro e alle periferia, per il conferimento delle mascherine chirurgiche. La Donia ha sottolineato che «20 raccoglitori sono insufficienti per raccogliere le mascherine. Ne servirebbero di nuovi soprattutto vicino alle scuole e bisognerebbe implementarli con l’inizio dell’anno scolastico». Alla fine la mozione è passata con 18 favorevoli e l’astensione dei consiglieri Monica Bordoni (Liste civiche) e Alberto Maria Alessandrini Passarini (Lega).

La seconda mozione presentata dalla Donia atteneva all’istituzione di un cimitero comunale per gli animali da affezione. La Amministrazione comunale, seconda la proposta approvata a maggioranza (astenuti il consigliere di maggioranza Ruben Ricci e di minoranza Bordoni e Alessandrini Passarini), ora dovrà impegnarsi a individuare un luogo, a stabilire le tariffe e a permettere anche ai Comuni limitrofi di usufruire del servizio che «potrebbe anche creare nuove opportunità di lavoro» ha evidenziato la consigliera pentastellata. Il sindaco Simone Pugnaloni (Pd) ha spiegato che «l’Amministrazione comunale aveva già in animo di individuare un luogo per realizzare il cimitero degli animali. E’ importante trovare un luogo per seppellirli ma è altrettanto importante creare attraverso la Osimo Servizi una pensione per animali con persone professionali che la gestiscano. La cura degli animali è un tema importante. E stiamo già al lavoro per portare a casa questo importante risultato».



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X