facebook rss

Rincari gas, il Comune di Jesi
risparmia sulla bolletta

ENERGIA - Grazie al nuovo appalto calore che interessa tutti gli impianti pubblici presenti in città, l'importo tariffario scenderà dalla base di 870 mila euro annui del precedente contratto, a poco meno di 640 mila per i prossimi 6 anni
Print Friendly, PDF & Email

Jesi, il palazzo comunale (foto Giusy Marinelli)

 

Malgrado gli aumenti del gas, la bolletta a carico del Comune di Jesi d’ora in poi sarà più contenuta grazie al nuovo appalto calore che interessa tutti gli impianti pubblici presenti in città. «L’importo scende infatti da una base di 870 mila euro annui del precedente contratto, a poco meno di 640 mila per i prossimi 6 anni, con l’ulteriore beneficio di lavori per quasi 1,2 milioni che la ditta aggiudicataria dell’appalto effettuerà per la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti termici in numerosi edifici pubblici.- specifica un comunicato del Comune di Jesi – Si tratta di un altro importante risultato per l’Amministrazione comunale sul fronte della riduzione della spesa, grazie ad un servizio che, rispetto a quello ereditato dal passato, segna un risparmio alla fonte di 230 mila euro l’anno, in virtù di un ribasso d’asta del 17% che permetterà di ammortizzare, in prospettiva, gli ulteriori possibili aumenti del prezzo del combustibile che incidono per il 75% sul valore del corrispettivo (viceversa, la riduzione del prezzo del gas negli ultimi anni aveva ridotto il corrispettivo medio a circa 800 mila euro)».

Risparmi che, come detto, saranno sostenuti anche da importanti interventi di manutenzione in vari edifici pubblici,«a cominciare dalla sede comunale – prosegue la nota – dove sono previsti lavori per l’ottimizzazione dell’impianto termico con installazione di pompe di calore utili anche per il raffrescamento estivo ed intervento di miglioramento energetico dell’impianto di illuminazione. In programma anche l’installazione di impianti antilegionella per l’acqua calda sanitaria in alcune delle principali palestre cittadine (come quelle della Carbonari e delle scuole Leopardi, Federico II e martiri della Libertà), nei campi sportivi e per i nidi e alcune scuole materne. Prevista inoltre la sostituzione dei terminali di emissione nella palestra delle scuole martiri della Libertà e Federico II con ottimizzazione impianto distribuzione calore e l’installazione di solare termico». Nell’appalto inseriti pure interventi sulle coperture per il nido Oasi e il centro per l’infanzia Girotondo, lavori alle pareti e agli infissi della scuola Kipling, la sostituzione di infissi e corpi scaldanti alla scuola Perchi e vari altri interventi di isolamento termico su altri edifici scolastici. Infine saranno sostituiti i generatori di calore alla scuola Mestica, al San Floriano e alla scuola Cappannini.«Tali interventi, che ridurranno le dispersioni di calore, saranno di fatto finanziati con il relativo risparmio in bolletta, assicurando a tali edifici maggiore efficienza energetica» chiude il Comune di Jesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X