facebook rss

«La nuova giunta Ascani?
Un clone di quella uscente»

CASTELFIDARDO – E’ il giudizio di ‘Solidarietà Popolare’, lista civica di minoranza. «Non possiamo inoltre non notare un sindaco ancora eccessivamente caricato di deleghe pesanti ed impegnative»
Print Friendly, PDF & Email

da sin. Ruben Cittadini, Roberto Ascani, Romina Calvani e Amedea Agostinelli

 

«Siamo sinceramente delusi dall’annuncio riguardo la composizione della nuova giunta Ascani, che altro non è che un clone di quella uscente, più volte da noi criticata. Avevamo chiesto ed auspicavamo un cambio di passo, un atto di coraggio del sindaco per evitare che si ripetesse quanto accaduto nella precedente legislatura, caratterizzata per buona parte da immobilismo ed improvvisazione. Ed invece, ad eccezione dell’ingresso di Amedea Agostinelli e di qualche spostamento di deleghe, si è deciso di non cambiare nulla». Il commento sulla nuova giunta del sindaco di Castelfidardo, Roberto Ascani, arriva dalla lista civica di minoranza ‘Solidarietà Popolare’.

Il consigliere comunale eletto Tommaso Moreschi (primo a sinistra) con i candidati al Consiglio comunale di Solidarietà Popolare per Castelfidardo per le Amministrative 2021

«Ascani motiva la sua scelta sostenendo di essersi mosso conseguentemente allo straordinario successo ottenuto con il voto, vittoria che secondo lui va al di là di ogni rosea previsione e premia il suo operato.- prosegue il comunicato di Sp – In realtà, analizzando i dati e confrontandoli con quelli di precedenti elezioni dove erano candidati i sindaci uscenti, si vede che il suo consenso al primo turno non è stato poi così ampio: Ascani ha infatti raccolto il 27% contro il 42% di Soprani del 2011 ed il 44% di Marotta del 2001. Non vogliamo essere prevenuti ma se guardiamo a quanto è stato fatto nei 5 anni passati non riusciamo ad essere ottimisti: poco slancio, mancanza di visione ed assenza di programmazione». Ultimo appunto sugli assessorati che Roberto Ascani ha deciso di tenere per sé. «Non possiamo non notare un sindaco ancora eccessivamente caricato di deleghe pesanti ed impegnative, come il personale, i lavori pubblici e la polizia municipale.- chiude Solidarietà Popolare – Nonostante tutto auguriamo buon lavoro al nuovo esecutivo e confermiamo la nostra collaborazione sulle questioni che riterremo importanti, ma ribadiamo anche che faremo un’opposizione attenta, incisiva e senza sconti per il bene della nostra città».



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X