facebook rss

Indagine sierologica, Mangialardi:
«Fate il test per salvare vite umane»

SENIGALLIA - Partiti ieri i primi prelievi ematici affidati alla Croce Rossa Italiana dal ministero della Sanità e dall’Istat. L'appello del sindaco a partecipare «per aiutare concretamente la medicina a studiare e ad approfondire la conoscenza del Covid-19»
Print Friendly, PDF & Email

 

Anche a Senigallia sono iniziati da ieri i primi prelievi relativi all’indagine sierologica nazionale affidata alla Croce Rossa Italiana dal ministero della Sanità e dell’Istat. Nelle Marche sono 5600, per la precisione, i cittadini che, a partire dall’età di 2 anni fino a giungere agli over 70, verranno contattati tramite il numero 0655101400 per un’intervista conoscitiva dalla quale scaturirà un appuntamento per un esame del sangue gratuito nella struttura di prelievo più vicina. Per i comuni di Senigallia, Ostra Vetere, Serra de’ Conti e Montemarciano, l’incaricato dell’intervista e del successivo prelievo è il Comitato di Senigallia della Croce Rossa Italiana. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 800065510.

Maurizio Mangialardi

«Si tratta di un’iniziativa molto importante – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – che consentirà ai cittadini individuati di aiutare concretamente la medicina a studiare e ad approfondire la conoscenza del Covid-19 e, quindi, a combatterlo in maniera sempre più efficace. Per tale motivo chiedo a tutti coloro che verranno contattati dalla Croce Rossa Italiana di mettersi a disposizione di questo progetto: con un semplice prelievo di sangue possiamo contribuire a salvare vite umane. Colgo l’occasione per ringraziare il Comitato senigalliese della Croce Rossa e il suo presidente Andrea Marconi per questo ennesimo servizio a favore della nostra comunità, svolto come sempre con grande impegno, passione e dedizione». L’indagine di sieroprevalenza sarà utile per capire lo stato di immunità dal Covid-19: nelle Marche solo un terzo dei selezionati finora ha detto sì. Il call center della Croce Rossa regionale, che si occupa di effettuare le telefonate ai numeri forniti dal ministero della Salute in base a una campionatura Istat, ha iniziato lunedì. Nella prima giornata gli operatori hanno fatto 400 chiamate riuscendo a prenotare 141 persone. Martedì 530 telefonate e 206 appuntamenti. Ieri 160 appuntamenti.

«Oltre la metà dei positivi nelle Marche non mostra alcun sintomo»

Test sierologici sul Covid 19, parte l’indagine Ministero-Istat: oltre 5mila i marchigiani coinvolti



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X