facebook rss

Festa della Patrona,
orgoglio falconarese,
pensando alle popolazioni del sisma

FALCONARA - Le celebrazioni per la Madonna protettrice della città iniziano con la consegna delle civiche benemerenze, premiati il professore Fanelli, l'Americana e l'associazione dei presepi, e dei fondi per le località colpite dal terremoto. Nel pomeriggio le cerimonie religiose con la tradizionale processione per le vie del centro e le iniziative per le famiglie
Print Friendly, PDF & Email

La vicesindaco del Comune di Falconara, Stefania Signorini

 

Sarà lunedì prossimo 8 maggio, la festa dell’orgoglio e dell’appartenenza dei falconaresi in occasione della ricorrenza della festa della Patrona. Via alle celebrazioni alle 10,30 in sala consiliare, con il conferimento delle civiche benemerenze e la consegna della raccolta fondi per le popolazione colpite dal sisma. Si prosegue alle 15 al parco Kennedy con la quinta edizione della Festa della Patrona con giochi e animazioni per famiglie e bambini. Alle 18 sarà poi il momento delle cerimonie religiose alla parrocchia del Ss Rosario con la tradizionale processione dei fedeli per le vie del centro al seguito della effigie della Madonna. L’intero programma è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa organizzata al centro Pergoli dalla vicesindaco Stefania Signorini.

GLI ASSEGNI PRO TERREMOTATI

«Subito dopo la cerimonia delle civiche benemerenze – spiega la vicesindaco Stefania Signorini – consegneremo ai rappresentanti delle amministrazioni comunali di Arquata del Tronto, Visso, Ussita e Castel Sant’Angelo sul Nera gli assegni frutto della beneficenza raccolta nelle iniziative pro terremoto organizzate in città. Oltre 20 mila euro raccolti nelle amatriciane solidali organizzate in centro e Castelferretti, AffettAmo, organizzata sempre a Castelferretti, alla rassegna Palcoscenico del Cuore e alla mostra fotografica di Giorgio Marinelli Dietro “Quei monti azzurri”».

Ad Arquata del Tronto, che sin da subito è stata individuata come diretta beneficiaria dell’incasso delle amatriciane in piazza andrà un assegno da 13.800 euro, mentre gli altri tre Comuni, Visso, Ussita e Castel Sant’Angelo sul Nera, riceveranno un assegno da 2.300 euro ciascuno.

«Alla consegna dei fondi raccolti saranno presenti anche tutte le associazioni che hanno contribuito alla realizzazione questi eventi a scopo benefico perché il filo conduttore di tutte le iniziative e ciò che ha reso possibile questo risultato, che va al dì là di ogni aspettativa, è proprio il coinvolgimento delle associazioni cittadine e la disponibilità dei volontari. A rendere ancor più consistente questo contributo a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto la grande generosità degli sponsor tecnici che contattati direttamente dall’amministrazione hanno fornito materie prime e lavorate (leggi il sugo per le Amatriciane solidali e i dolci, ad esempio, ndr) a titolo completamente gratuito: a costo zero. Consentendo così di destinare tutti gli euro raccolti, fino all’ultimo centesimo, in beneficenza».

I CITTADINI BENEMERITI

Saranno invece consegnate al professor Mirco Fanelli, al gruppo di autori castelfrettesi di presepi de “La magia del presepe” e a Maria Teresa Tarsi, meglio conosciuta come “l’Americana”, le civica benemerenze del Comune di Falconara. La cerimonia, aperta al pubblico, è in programma alle 10,30 nella sala consiliare al castello di Falconara Alta. Parteciperanno il sindaco Goffredo Brandoni, la Giunta ed i consiglieri comunali. Come deciso dal Consiglio Comunale lo scorso 29 marzo le tre benemerenze previste per quest’anno vanno a due cittadini e ad un’associazione. Una va a quella che a Falconara tutti conoscono come “l’Americana”, e tanto è in uso questo soprannome che pochi, anzi pochissimi, sono a conoscenza del suo vero nome, Maria Teresa Tarsi. Maria Teresa è nota per essere la titolare della famosa bottega in via Leopardi e rappresenta, per chi l’ha candidata, “una delle ultime testimonianze di vero artigianato. Fin dagli anni ’50 in poi è stata fondamentale per il riavvio della piccola economia del nostro Comune”. L’altro falconarese a cui verrà consegnato l’attestato di cittadino benemerito è il ricercatore Mirco Fanelli, professore associato di Patologia Molecolare all’Università di Urbino che per le attività di ricerca da lui guidate ha già ricevuto nel 2013 il “Premio Marchigiano dell’anno”. L’ultimo attestato va agli autori di presepi de “la Magia del Presepe” che mettono a disposizione la propria passione allestendo la mostra dei presepi in collaborazione con la Pro Castelferretti.

LA FESTA PATRONALE

«Nel pomeriggio si svolgerà invece la quinta festa della Patrona – prosegue la Signorini -: una giornata dedicata alle famiglie, con tanti giochi ed intrattenimenti per i più piccoli e la possibilità di fare merenda nella grande area verde. Si tratta di festeggiamento che mancava ma ormai sta diventando una bella tradizione che coinvolge soprattutto i bambini con tantissime attività. Sarà anche l’occasione per visitare Falconara in fiore, la tre giorni dedicata alla mostra mercato di fiori e piante, che chiude proprio lunedì».

Dalle 15 alle 19,30 sarà possibile sperimentare il Ciclocross nel parco e i giochi di Ludobus Legnogiocando. Ci saranno i “The Vallains” I Cattivi dei cartoni animati, giochi, animazioni baby dance, spettacoli teatrali e gonfiabili.

Sarà possibile anche partecipare ai laboratori di Impara l’Arte: T-shirt ad arte (per partecipare è indispensabile ricordarsi di portare una maglietta a tinta unita), Animali di carta e Giochiamo con i pon-pon. Infine la Pro Loco Falconamare ha allestito anche una stand merenda.

Alle 18 invece la Santa Messa per la Patrona e a seguire (intorno alle 18,30) partirà la processione, accompagnata anche dal corpo bandistico di Castelferretti, alla quale parteciperanno autorità religiose, civili e militari. È prevista anche la presenza del cardinale Edoardo Menichelli, arcivescovo della diocesi di Ancona-Osimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X