facebook rss

Bar del Duomo, approvata
la variante sblocca lavori

ANCONA – Il Consiglio comunale ha approvato la variante urbanistica che consente la ricostruzione del locale, insieme alla salvaguardia e alla fruibilità del sito archeologico della chiesa di Santa Maria del Carmine
martedì 30 Maggio 2017 - Ore 21:45
Print Friendly, PDF & Email

La situazione di degrado e abbandono dell’area sottoposta a tutela paesaggistica e archeologica

Riprendere i lavori, ormai completamente fermi dal 2015, e recuperare allo stesso tempo il sito archeologico della chiesa di Santa Maria del Carmine, andata distrutta con i bombardamenti della Seconda Guerra mondiale. E’ quello che intende fare la variante urbanistica approvata oggi dal Consiglio comunale. L’atto in particolare prevede l’ampliamento dello spazio destinato ai servizi igienici con un aumento di cubatura sul lato dello scalone Nappi, per consentire lo spostamento dei bagni e quindi la realizzazione di locali espositivi dei reperti archeologi, oltre alla copertura in vetro delle tre differenti pavimentazioni originali in cotto rinvenute durante i lavori di demolizione del bar. Il locale è stato demolito in seguito al mancato condono della veranda, realizzata nel 1959 dal Comune ma abusiva e non condonabile. La delibera di oggi permette di fare un passo avanti al progetto di ricostruzione del bar del Duomo firmato dal gestore Antonio Ambrosio, concessionario dell’area comunale in società con il vecchio gestore Salati. L’idea del patron del ristorante Il Giardino era quella di riaprire già in autunno, tra settembre e ottobre. E’ una corsa contro il tempo, dopo anni di immobilismo.

(E. Ga.)

Print Friendly, PDF & Email


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X