facebook rss

‘Svuota cantine’, 92 stalli
per scambiare oggetti usati

FALCONARA - Domani, la tradizionale manifestazione, in via sperimentale, si snoderà in Piazza Catalani, lungo il tratto di via Bixio compreso tra le vie Roma e Stamura e lungo via Amendola.
sabato 30 Settembre 2017 - Ore 11:55
Print Friendly, PDF & Email

Una novantina di stalli sono stati assegnati per la nona edizione di “Svuota cantine”, a tradizionale manifestazione di Falconara. Domani, 1 ottobre, dalle 10 alle 19, si svolgerà la mostra scambio degli oggetti usati. Sono infatti 92 gli stalli prenotati. Un numero in linea con le nelle precedenti edizioni nonostante da un paio di anni la partecipazione all’iniziativa sia stata riservata esclusivamente ai cittadini falconaresi. In via sperimentale la manifestazione snoderà in Piazza Catalani, lungo il tratto di via Bixio compreso tra le vie Roma e Stamura e lungo via Amendola. “I cittadini maggiorenni – spiega una nota stampa del Comune di Falconara – potranno mettere in vendita liberamente i propri oggetti usati, o effettuare il baratto, purché gli stessi non siano di eccessivo valore (al massimo 200 euro) su suolo pubblico messo a disposizione gratuitamente dal Comune. Si potranno vendere o scambiare oggetti di tutte le dimensioni: fumetti, bici, poltrone, solo per fare qualche esempio. Una vera occasione per far spazio in garage, cantine e soffitte private o magari per mettere in mostra e vendere cimeli, oggetti vintage e ‘preziose’ collezioni”.

“Essere arrivati alla nona edizione  è sintomo che la manifestazione è molto sentita – commenta l’assessore all’ambiente Matteo Astolfi –. Ma l’importanza di questa iniziativa è anche legata agli ottimi risultati prodotti, sia come metodo di riduzione dell’abbandono degli ingombranti, sia come attività collaterale di informazione alla cittadinanza della buona pratica di smaltimento dei rifiuti. Spero che anche questa volta avremo la piazza piena di gente”. Si ricorda infine che non possono partecipare commercianti, collezionisti, ambulanti, antiquari, hobbisti, artigiani, associazioni e qualsiasi altro soggetto che svolge attività di vendita e che l’attività di esposizione e vendita delle merci viene svolta dai cittadini con allestimento autonomo, quindi con mezzi ed iniziativa propri, in uno spazio contenuto in sei metri quadrati al massimo. Tutto ciò, utilizzando gratuitamente il suolo pubblico concesso dal Comune.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X