facebook rss

Fallisce la spaccata all’Eurospin:
banditi in fuga nella notte

OSIMO - La banda ha rubato un Fiat Fiorino in un cantiere edile vicino al discount di via Molino Basso e l'ha lanciato come ariete contro l'ingresso della struttura commerciale. L'allarme è scattato alle 2.50 di stanotte e l'arrivo dei carabinieri ha messo in fuga i malviventi. Danni per 1500 euro
Print Friendly, PDF & Email

Osimo, l’Eurospin di via Molino Basso con l’ingresso danneggiato (foto Nat Mastropietro)

Fallisce la spaccata all’Eurospin di via Molino Basso a Osimo, ma i banditi si lasciano alla spalle danni per 1500 euro. L’allarme del discount è scattato stanotte verso le 2. 50. La banda, dopo aver rubato un furgone Fiat Fiorino da un cantiere edile della zona, l’ha lanciato come ariete contro la vetrata d’ingresso del supermercato nel tentativo di entrare all’interno. L’arrivo tempestivo dei carabinieri del Norm, impegnati in un’operazione antidroga nelle vicinanze, ha messo in fuga i banditi che sono scappati verso l’area di via Montefanese, passando, a bordo di un’auto ‘pulita’, sotto le telecamere della rotatoria davanti al Conad. I carabinieri sono sulle tracce del mezzo in fuga.

Non è la prima volta che il discount di via Molino Basso viene visitato dai ladri. Era già successo ad aprile del 2015, precisamente nel giorno di Pasquetta. Anche quel furto però era andato a vuoto perchè era scattato l’allarme. Per introdursi all’interno del supermercato, al tempo i malviventi si erano aperti un varco nel muro del bagno di un locale adiacente all’Eurospin, in questo periodo non affittato. Forzata la porta d’ingresso, gli sconosciuti avevano lavorato indisturbati, facendo rumore con martello e scalpelli, per tutto il pomeriggio di Pasqua, approfittando del fatto che il market si trova nell’area direzionale-commerciale vicino al parco commerciale ‘Coccinelle’, tra capannoni e uffici deserti per il ponte festivo. Non appena, però, aveva tentato di fare irruzione dentro al negozio, alle 2 era partito il sistema anti-intrusione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X