facebook rss

Show della solidarietà
per la Croce Rossa a Osimo

MUSICA – L'evento “Una voce per la Cri” ha animato piazza Boccolino venerdì notte. Prossimo appuntamento dal 24 al 26 agosto per la festa del comitato di pubblica assistenza
domenica 29 Luglio 2018 - Ore 15:32
Print Friendly, PDF & Email

Una grande affluenza e tanta musica hanno caratterizzato l’evento “Una voce per la Cri”, l’iniziativa che ha riempito piazza Boccolino di Osimo in occasione dell’ultimo venerdì di luglio. La serata, patrocinata anche dall’amministrazione comunale, aveva un duplice obiettivo: permettere all’associazione di volontariato di dimostrarsi, ancora una volta, presente sul territorio e promuovere l’evento storico della Croce Rossa, la festa di fine agosto, in programma il 24 25 e 26 del mese, con il cui ricavato si potrà acquistare un nuovo pulmino per il trasporto di disabili e infermi. La serata, presentata da Luca Falcetta e Martina Milone, ha visto l’alternarsi di diversi gruppi sul palcoscenico che hanno donato la loro voce e la loro musica per una notte di beneficenza in “rosso”, complice anche l’eclissi di luna. A far decollare subito l’evento, il gruppo “Le anime nere”, storica band osimana che con il loro suono senza tempo hanno accontentato i gusti di ogni età. Secondi ma non meno bravi Manu e Cris, il duo acustico raffinato dalle melodie avvincenti. Deliziosa e potente la voce di Emanuela, osimana di adozione che nel suo passato ha cantato con Eros Ramazzotti e altri big della musica. Coinvolgente e rock. Questo il suono regalato alla Cri Osimo dagli Ffmp, che con la voce di Martina hanno fatto ballare tutta la piazza.
Ultimi a salire sul palco, la Big Band 2.0. Sei i componenti, tutti giovanissimi (dai 19 ai 25 anni) che hanno chiuso in bellezza l’evento in musica. Una serata piena e coinvolgente resa possibile dal contributo di Osimo Web e soprattutto dai 300 volontari che quotidianamente si impegnano per far crescere ancora di più la Croce Rossa Osimo, da oltre 80 anni a fianco della cittadinanza.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X