facebook rss

Autovelox di San Biagio:
vittoria per gli automobilisti,
respinto il ricorso del sindaco

OSIMO- Questa la decisione del giudice del tribunale sull'impugnazione proposta dal Comune di Osimo sulla sentenza del giudice di pace che aveva annullato decine di multe scattate dal dispositivo di via d'Ancona
giovedì 2 Agosto 2018 - Ore 19:38
Print Friendly, PDF & Email

L’autovelox di via D’Ancona, tra le frazione di San Biagio e Aspio di Osimo, spento dal 2014 dopo la pioggia di ricorsi e quasi 400 mila euro di multe

 

Autovelox di via d’Ancona, anche il secondo round è degli automobilisti. Pochi giorni fa, infatti, il giudice monocratico ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dal Comune di Osimo contro la sentenza del giudice di pace che nel novembre  2014 aveva accolto la richiesta di annullare la multa presa per eccesso di velocità da un automobilista, difeso in udienza dall’avvocato Fabrizio del Gobbo. L’uomo si era visto recapitare all’epoca una multa di 240 euro. Questo sarebbe il primo verdetto della seconda tranche della querelle ad essere emesso dal tribunale di corso Mazzini e, dunque, si prospettano in futuro altre sentenze dello stesso tenore. A ricorrere al giudice di pace erano state decine di persone tra i 400 multati tra giugno e settembre 2013 a causa del sorpasso del limite dei 50 km/h. La sentenza di primo grado, oltre a ritenere illegittima la postazione di via D’Ancona e ad annullare i verbali di contestazione, aveva fissato un principio di base: la distanza del velocar (ormai spento da 4 anni) dal segnale stradale di fine centro abitato San Biagio  è inferiore al chilometro previsto dalla legge 120/2010. Quel dispositivo, peraltro installato in discesa in direzione Ancona, rispettava una distanza di soli 650 metri.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X