facebook rss

Caos in A14:
chiuso il casello di Civitanova
Statale Adriatica in tilt

INCUBO TRAFFICO - Il provvedimento di Autostrade riguarda la corsia sud. Forze dell’ordine e volontari in prima linea, malori e guasti alle auto. Vista la situazione di disagio, prevista l'esenzione dal pagamento del pedaggio per tutti i viaggiatori costretti ad uscire ai caselli di Porto San Giorgio e successivamente Porto Sant'Elpidio. Scortato un mezzo con una donna incinta
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Paoletti e Giorgio Fedeli

Centinaia di volontari impegnati in prima linea. Protezione civile e altre associazioni, come quella dei carabinieri, a cui si aggiungono gli agenti della polizia stradale, della questura, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale. La costa del fermano sta vivendo un sabato da incubo. E a breve potrebbe aggiungersi anche quella maceratese, visto che Autostrade ha disposto la chiusura del casello di Civitanova in direzione sud. Un provvedimento che segue la chiusura della corsia sud dell’autostrada A14 da Porto San Giorgio, estesa poi a Porto Sant’Elpidio, fino a Grottammare, valida al momento fino a domenica sera. Una vera e propria situazione di emergenza.

Le restrizioni causate dall’incendio del camion giovedì notte nella galleria Castello di Grottammare, rogo che ha imposto controlli e manutenzione sull’A14, stanno provocando lunghe code e rallentamenti sia sulla tratta autostradale fermana, con ripercussioni anche nel Maceratese e lungo la costa picena. In autostrada rallentamenti anche in direzione nord dove si viaggia regolarmente a due corsie. Ma il contro esodo rappresenta un’ulteriore aggravante ad una situazione già critica.

Polizia stradale ed autostradale stanno presidiando da stamattina le uscite dei caselli autostradali, il tratto dell’A14 e i principali snodi di traffico lungo la Statale Adriatica da Porto Sant’Elpidio a Grottammare. Con loro anche gli agenti della polizia locale. In prima linea i volontari della protezione civile impegnati nella distribuzione di bottigliette d’acqua sia agli automobilisti che si trovano in autostrada che a quelli in coda lungo la Statale Adriatica. Particolari attenzioni riservati alle famiglie con bambini piccoli, ai soggetti cardiopatici, anziani e donne incinte. A riguardo attorno alle 13 la polizia stradale ha scortato un mezzo con una donna incinta che aveva accusato un lieve malore.

Vista la situazione di disagio Autostrade per l’Italia ha previsto l’esenzione dal pagamento del pedaggio per tutti i viaggiatori, direzione sud, costretti ad uscire ai caselli di Porto San Giorgio e successivamente Porto Sant’Elpidio.  Si registrano inoltre diversi  danni  alle autovetture in coda lungo la Statale soprattutto i radiatori, viste le alte temperature esterne.

A monitorare le situazione anche i sindaci, in primis quello di Porto San Giorgio Nicola Loira e l’assessore del Comune di Fermo Mauro Torresi presente di fronte al casello di Santa Maria a Mare: «Nella straordinarietà della situazione – spiega Torresi –  tutto è sotto controllo viste anche le ingenti forze messe in campo».

Prosegue anche il costante lavoro di monitoraggio da parte della prefettura di Fermo: «La situazione  – spiegano – è stata attentamente valutata in sede di comitato operativo per la viabilità, appositamente convocato in prefettura ieri sera. All’esito della riunione sono state concordate con le amministrazioni locali e le altre componenti, ovvero questura, comando provinciale dei carabinieri, comando provinciale della guardia di finanza, compartimento polizia stradale Marche) le azioni dirette ad alleviare i disagi degli utenti della strada nei centri costieri della provincia di Fermo, in occasione della predetta interruzione del traffico autostradale».

Il comitato raccomanda alla cittadinanza di non mettersi in viaggio, se non assolutamente necessario, sulla viabilità costiera della provincia di Fermo nei giorni fino a tutta la giornata di domenica 26 agosto. «Da pochi minuti – ha comunicato il sindaco di Porto Sant’Elpidio – la società Autostrade ha disposto la chiusura del casello di Civitanova  in direzione sud. Pertanto è altamente probabile che da ora in poi tutta la Ss16 (e non solo il tratto sud come accaduto sino ad ora) sia interessata da un intenso traffico. Pertanto si invitano i cittadini, nel limite del possibile, a non utilizzare la Statale 16 in direzione sud, preferendo vie alternative ed interne.

Caos in A14, chiuso il tratto Porto Sant’Elpidio-Grottammare Ecco i percorsi alternativi

L’autostrada A14 va in tilt, coda di 10 chilometri sulla corsia nord

Camion in fiamme sull’autostrada, la corsia sud diventa off limits

 

La distribuzione di bottigliette d’acqua da parte della protezione civile

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X