Sandro Zaffiri Spazio pubblicitario elettorale
facebook rss

Homeless Rock Fest, i Klidas
conquistano la giuria

MUSICA - Si è conclusa nel week end la dodicesima edizione della gara musicale vinta dalla band che raccoglie membri maceratesi e anconetani. Secondo posto in classifica per i Nonogram, sul podio i Blue Tip Matches
Print Friendly, PDF & Email

 

Klidas, il gruppo vincitore

 

(foto di Andrea Petinari)

La dodicesima edizione dell’Homeless Rock Fest è giunta al termine. A vincere, al Teatro Don Bosco di Macerata, sono stati i Klidas, band che unisce due province. I 6 membri provengono infatti in parte da Ancona che in parte da Macerata. Chitarra, synth, tastiera, basso, batteria e un sax hanno dato vita ad un live di stampo progressive/post rock coinvolgente ed energico.

Al secondo posto, i Nonogram, quartetto rock che si è aggiudicato anche due dei premi riservati ai migliori musicisti del contest; miglior chitarrista e miglior batterista. Terzo posto per i giovanissimi Blue Tip Matches ed il loro rock a tinte blues. A decretare la classifica finale la straordinaria doppia giuria di quest’anno composta da Fabio Rondanini (Afterhours, Calibro 35), Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion), Colombre, Andrea Laszlo de Simone, Marek Lukasik (Lars Rock Fest), Gianluca Polverari e Matteo Cioci, per l’Associazione Homeless. I momenti più significativi delle due serate finali, sono stati proprio gli scambi tra le band finaliste ed i giurati, con domande, consigli, riflessioni emotivamente molto intense e che, nonostante abbiano allungato a dismisura le due serate, ne sono stati il segno distintivo e la ricchezza. Ad aprire la serata sono stati i Fitzcarraldo, vincitori della scorsa edizione. A chiuderla hanno invece provveduto gli Hiroshi; band vincitrice del contest nel 2015. Entrambe le band hanno registrato il loro primo album che uscirà nel 2019. Band di cui l’Associazione Homeless assicura il talento. Il palco del teatro Don Bosco è stato allestito come di consueto in modo straordinario dall’Associazione Homeless. Il bellissimo disegno luci e la qualità dell’audio hanno permesso ai finalisti di esibirsi in tanti piccoli concerti, riuscendo, così a coinvolgere il pubblico, che ha letteralmente invaso il teatro, in entrambe le sere. La qualità della giuria, la passione dei gruppi partecipanti, la serietà e il coraggio dell’Associazione Homeless hanno permesso a questo contest di crescere e di affermarsi come evento unico nel panorama maceratese e di divenire il punto di riferimento per le band indipendenti della Regione e non solo.

 

Blue Tip Matches, terzi classificati

Nonogram, secondi classificati

Klidas, primi classificati

La giuria

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X