facebook rss

Giornata delle Memoria,
alla Pinacoteca va in scena
‘Finché esiste la voce’

ANCONA - Nelle sale della 'Podesti' oggi pomeriggio la performance site-specific del Luna Dance Theater sul tema della Shoah con le coreografie di Pascal Merighi e la direzione artistica di Cristiano Marcelli
Print Friendly, PDF & Email

Un momento dello spettacolo del Luna Dance Theater

Uno spettacolo del Luna Dance Theater per ricordare la Giornata della Memoria. Oggi pomeriggio, 27 gennaio, dalle 18 alle Pinacoteca “F. Podesti” di via Pizzecolli Ancona andrà in scena “Finché esiste la voce”, una performance di teatro danza con le coreografie di Pascal Merighi e la direzione artistica di Cristiano Marcelli. L’ingresso allo spettacolo è libero. L’acclamato coreografo e danzatore francese Pascal Merighi, ha lavorato con Pina Bausch per 10 anni nel suo Tanztheater Wuppertal e ha in seguito fondato la merighi | mercy company. Merighi è ad Ancona per una residenza creativa presso la Pinacoteca “F. Podesti” con i danzatori del collettivo anconetano Luna Dance Theater, iniziativa de La Luna Dance Center con la direzione artistica di Cristiano Marcelli in occasione del Giorno della Memoria con il patrocinio del Comune di Ancona e nell’ambito della collaborazione ormai decennale tra l’associazione anconetana e gli artisti della celebre compagnia tedesca. “Finché esiste la voce” il titolo della performance site-specific sul tema della Shoah che Merighi proprio in questi giorni sta creando nello spazio “Forma Mentis” della Pinacoteca con la danzatrice e direttrice del collettivo Simona Ficosecco e con i danzatori anconetani Gemma Carducci, Alessandra Caruso, Valentina Clementi, Jessica Duranti, Luigi Galleguillos, Federica Ragni e Riccardo Socionovo. La performance che ne risulterà, alla presenza della Comunità Ebraica e negli stessi spazi della Pinacoteca in cui è stata creata, avrà luogo domenica 27 gennaio in doppia replica a ingresso libero alle 18 e alle 19.

CHI E’ PASCAL MERIGHI – Dopo i suoi studi con Rosella Hightower a Cannes e dopo aver lavorato con il Jochen Ulrich’s Tanz Forum Köln, Pascal è entrato a far parte del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch nel 1999 e dal 2008 lavora con la compagnia come ospite invitato. A fianco alla sua carriera di danza lavora in diversi spettacoli come attore e come coreografo. Nel Ruhtriennale, ha diretto e coreografato “Squat” commissionato dal MELEZ.2010 festival. Nel 2012 e 2013, per il Sadler’s Wells Creative Learning department, Pascal ha co-coreografato “Compass” e “RIOT Offspring”. In seguito con la Fabien Prioville Dance Company ha co-coreografato e interpretato il passo a due “Experiment on Chatting Bodies” così come “The Smartphone Project” (co-prodotto con Tanzhaus NRW) e ha creato Wagner’s Tannhäuser, opera diretta da Burkhard C. Kosminski per la Deutsche Oper am Rhein di Dusseldorf. Nell’aprile 2014 Pascal ha creato RE-VUe presso La Menagerie de Verre a Parigi con Guesh Patty, Pier Lamandé e Thierry Thieû Niang, con testi dello scrittore ed artista concettuale Edouard Levé (1965-2007) Autoritratto. In seguito ha fondato la Merighi | Mercy Productions e con questa attualmente produce spettacoli (alcuni dietro commissione del Sadler’s Wells di Londra o prodotti dalla Fondazione Pina Bausch) che vanno in scena in tutta Europa, coreografando danzatori come Dominique Mercy, Thusnelda Mercy, Clémentine Deluy, Damiano Bigi ed altri.

(info: lalunadancecenter.com)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X