facebook rss

Rischia di perdere una mano
dopo aver tagliato legna

FABRIANO . L'operaio di 38 anni è stato soccorso oggi pomeriggio al consorzio agrario di via Dante. All'ospedale di Torrette un'equipe medica lo attendeva in sala operatoria per sottoporlo a una delicata operazione chirurgica per salvargli la funzionalità dell'arto
venerdì 8 Febbraio 2019 - Ore 19:16
Print Friendly, PDF & Email

Rischia di perdere una mano un operaio fabrianese di 38 anni, che si è semi tranciato l’arto oggi pomeriggio mentre stava tagliando legna al consorzio agrario di via Dante. Non è ancora ben chiaro cosa sia accaduto. Il 38enne fabrianese stava eseguendo le operazioni di lavorazione quando, verso le 15, la mano sarebbe stata recisa in maniera profonda da un attrezzo, una sega a nastro elettrica. A soccorrere per primo il ferito sono stati i colleghi che hanno lanciato l’allarme, richiedendo l’intervento del 118. L’uomo è rimasto sempre vigile nonostante il dolore procurato dalla lesione e l’eliambulanza ‘Icaro II’ lo ha trasferito all’ospedale regionale di Torrette dove un’equipe medica era pronta per entrare in sala operatoria con il paziente nella speranza di poter riattaccare le falangi e garantire la piena funzionalità alla mano. Trattandosi di un infortunio sul lavoro è intervenuto sul posto anche il Servizio di Prevenzione Igiene e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro dell’Asur-Area Vasta 2 per verificare per prassi la regolarità degli standard di sicurezza adottati e quella della posizione previdenziale e contributiva della vittima dell’incidente. I carabinieri della Compagnia di Fabriano invece hanno avviato d’ufficio le indagini per far luce sulle cause che hanno prodotto le lesioni gravi.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X