facebook rss

Aggredì un ristoratore,
tunisino espatriato

FALCONARA - Lo scorso 27 marzo aveva minacciato di morte e percosso il titolare di un negozio che vende kebab. E' stato accompagnato al centro di permanenza di Trapani per il rimpatrio
giovedì 18 Aprile 2019 - Ore 20:31
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri della Tenenza di Falconara Marittima, questa notte hanno accompagnato un cittadino tunisino presso il Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Trapani dopo che lo straniero era stato intercettato nella mattinata di ieri in piazza Mazzini, in occasione di un normale controllo di polizia.
L’uomo era già noto ai militari per aver aggredito un commerciante 37enne originario del Pakistan la sera dello scorso 27 marzo quando, in stato di ebbrezza alcolica, lo aveva minacciato di morte brandendo due bottiglie di vetro. «Ti taglio la gola» aveva detto  con la pretesa che le bottiglie gli venissero riempite con altro vino; il soggetto allora era risultato peraltro debitore nei confronti del 37enne di una cifra pari a 230 euro, debito che aveva accumulato consumando panini e bevande con la promessa di pagare non appena racimolato qualche spiccio. La vicenda si era conclusa  con una denuncia a piede libero per percosse e minaccia aggravata. La mattina successiva la posizione del tunisino era stata presa in carico dall’Ufficio Stranieri della questura di Ancona. Erano state avviate le procedure per l’espatrio. Ieri mattina, il tunisino è stato fermato tra piazza Mazzini e la stazione ferroviaria. L’uomo è stato accompagnato a Trapani, città da cui verrà estradato per raggiungere la Tunisia.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X