facebook rss

Sosta selvaggia in centro,
multata anche l’auto della Finanza

ANCONA - Nel caos dei posteggi che riguarda ogni mattina il cuore della città, mettendo in difficoltà pedoni e automobilisti, è intervenuta la polizia locale: sanzione da 42 euro a una vettura parcheggiata in divieto a Largo Curiel che aveva esposta la paletta in dotazione alle forze dell'ordine
Print Friendly, PDF & Email

La multa sull’auto della Finanza

 

Caos sosta selvaggia in centro: auto posteggiate a tetris, stalli dei bus occupati e marciapiedi impraticabili. E’ lo scenario che da qualche giorno accompagna le vie che circondano il cuore della città. Di solito, la situazione parcheggi è critica, ma con l’inizio di BiAnconaTale è peggiorata. E ha portato strascichi anche dal punto di vista della viabilità, con traffico congestionato sia in entrata che in uscita dal centro.  La presenza degli agenti della polizia locale è aumentata, tanto che ieri mattina sono state staccate decine di multe a carico di auto trovate in difetto. Nel mirino c’è finita anche una Mercedes parcheggiata a Largo Curiel (all’incrocio con via Matteotti), su un lato dove in teoria la sosta è vietata. Il veicolo in questione mostrava la paletta della Guardia di Finanza, pur non essendo un’auto d’ordinanza. Per la serie: non si guarda in faccia a nessuno. Con l’installazione delle bancarelle natalizie e la corsa ai regali, è indubbio che è aumentata l’affluenza per le vie dello shopping. Arrivare in centro con l’auto è praticamente un’impresa. Uno scoglio insormontabile se si deve fare i conti con la mancanza di posteggi (anche quelli coperti risultano full già a metà mattina) e gli automobilisti indisciplinati. C’è chi lascia la vettura in doppia fila, chi sale sopra ai marciapiedi e chi la parcheggia dove capita, tanto sono le quattro frecce a salvare la situazione. Tutto ciò cosa comporta? Il traffico, quello del centro è già delicato di suo, subisce forti rallentamenti perchè chi è alla guida di un mezzo deve riuscire a districarsi tra mille ostacoli. E’ difficile per chi è al volante, figuriamoci per chi gira a piedi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X