facebook rss

Guasto al semaforo dell’incrocio:
tecnici già al lavoro

JESI - Si è danneggiata una scheda elettronica delle lanterne che regolamentano il traffico tra Viale del Lavoro e Via Marche
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Ci vorranno ancora alcuni giorni per sistemare il semaforo all’incrocio tra Viale del Lavoro e Via Marche a Jesi. I tecnici comunali prontamente intervenuti per verificare il guasto, hanno riscontrato che lo stesso è dovuto al danneggiamento della scheda elettronica. Pertanto si è preso contatto con la ditta per richiederne una nuova. La viabilità, riferisce il Comune in una nota, è comunque assicurata tramite uno spartitraffico che impedisce la svolta a sinistra da chi risale da Viale del Lavoro e che dispone l’obbligo della svolta a destra per chi proviene da Via Marche. Soluzioni queste che limitano i disagi, anche in virtù del fatto che la successiva rotatoria, all’incrocio con Via Ancona, consente a chi è diretto verso la zona cimitero e San Marcello di tornare indietro e riprendere regolarmente la propria direzione di marcia.

Sempre a proposito di semafori, è in programma entro il 2020 la realizzazione di almeno tre nuovi impianti con sensori acustici e pavimentazione tattile a tutela delle persone non vedenti. L’intervento di sostituzione con i nuovi impianti, parzialmente finanziato con un contributo ministeriale, è previsto agli incroci di Viale San Francesco con Via Paladini e Viale Verdi e in Viale Cavallotti all’incrocio con Viale Verdi e Via Grecia. «Da aggiungere infine – chiude la nota del Comune di Jesi – che, nei prossimi giorni, saranno attivate le telecamere di controllo ai semafori posti agli altri due incroci di Viale del Lavoro, quello con Viale della Vittoria e quello con Via San Giuseppe. Una misura, questa, che sarà ampiamente pubblicizzata e comunque segnalata con apposita cartellonistica, proprio perché la finalità è esclusivamente quella di rafforzare le misure di sicurezza in due incroci altamente pericolosi per gli utenti deboli della strada».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X