facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Salvini tra cacciatori e pescatori:
«Si finisce nei guai per una rete in mare
più che per 2 etti di hashish»

CIVITANOVA - Il leader della Lega ha fatto il suo comizio all'associazione Cts Caccia territorio sviluppo. In bocca al lupo al candidato governatore del centrodestra Francesco Acquaroli, che era presente: «Al futuro presidente della Regione Marche, dopo 50 anni si cambia musica finalmente»
Print Friendly, PDF & Email

salvini-lega-tiro-a-volo-civitanova-acquaroli-FDM-3-650x434

Matteo Salvini stringe la mano al candidato governatore Francesco Acquaroli. A fianco il deputato Tullio Patassini

 

di Laura Boccanera

«Ringrazio le elezioni nelle Marche perché non sapevo che questa regione fosse così bella. Ci sono paesini nell’entroterra meravigliosi, e mi chiedo anche perché non lo sapessi. Chi doveva fare promozione cosa ha fatto negli ultimi 30 anni? Tutti conoscono l’Umbria, la Romagna, la Versilia, il Salento, delle Marche non c’è traccia. Tornerò almeno altre due volte, ora siamo in mano vostra».

salvini-lega-tiro-a-volo-civitanova-FDM-8-325x217

Matteo Salvini all’associazione Cts Caccia territorio sviluppo

Matteo Salvini arriva con almeno mezz’ora di ritardo a Civitanova dopo la maratona che l’ha condotto in Toscana in mattinata e nel pomeriggio a Fermo e Porto Sant’Elpidio dove è in scena la Festa regionale della Lega Marche. A Civitanova, che lo aveva già ospitato non più di una settimana fa, è un po’ cacciatore e un po’ pescatore. A quella platea parla, quella dell’associazione Cts Caccia territorio sviluppo che ha base al tiro a volo in zona sud. E si dileggia fra i racconti delle sue escursioni a pesca e le citazioni del “piviere tortorino” parlando di lupi e cinghiali. A Civitanova oltre agli esponenti della Lega ci sono anche il candidato governatore del centrodestra Francesco Acquaroli, il senatore Giuliano Pazzaglini e il deputato Tullio Patassini. Tra il pubblico anche imprenditori, c’è Danilo Zampaloni che in questi giorni in quella zona sta allestendo il Motor days, Mauro Profili presidente della Civitanovese calcio e perfino Luciano Sileoni della Lube. Salvini arriva e subito blandisce il pubblico sui temi a loro cari: «Io sono uno dei pochi che parla di caccia, pesca, boschi, lupi e cinghiali, gli altri su questi argomenti scappano. Cacciatori e pescatori sono i primi che tutelano il territorio. Ogni anno vado alla fiera delle armi e la caccia dà milioni di posti di lavoro ed è una tradizione e giù le mani dalle nostre tradizioni. Tra un po’ dormiremo coi cinghiali, se non si cura l’equilibrio dell’avi fauna poi è un disastro. Uno dei ministri con cui vado meno d’accordo è Costa. Se di fauna e territorio non capisci nulla e come consulente ti porti la Lipu non si va troppo lontano. A questa Regione serve meno burocrazia, un pescatore compila più moduli di un funzionario Inps ed è più pericoloso fare il pescatore che lo spacciatore di droga. E’ più facile prendere una multa se hai la rete da pesca con le maglie troppo larghe che se ti beccano con due etti di hashish a Civitanova». Poi l’appello al voto e l’in bocca al lupo ad Acquaroli: «Al futuro presidente della Regione Marche, dopo 50 anni si cambia musica finalmente». Nel suo intervento Acquaroli ha fatto riferimento a ricostruzione e sanità, ma anche infrastrutture e turismo: «E’ più facile arrivare da New York a Roma che da Roma in un paesino delle Marche».

salvini-fermo

Matteo Salvini in piazza a Fermo

«Nelle Marche, come in Toscana, sento una bellissima aria di cambiamento», aveva detto nel pomeriggio il leader della Legain piazzale Azzolino, a Fermo, per lanciare la volata dei candidati della Lega sia alle elezioni comunali nel capoluogo di provincia, sia alle regionali. La presentazione alla piazza di tutti i nomi in corsa per ‘comunali’ e ‘regionali’ è spettata ai parlamentari e ai vertici regionali e locali del Partito, con in testa il commissario regionale Riccardo Augusto Marchetti. «Ci sono due regioni sulle sette chiamate al voto, che sono da sempre governate dalla sinistra, ossia Marche e Toscana – aveva aggiunto Salvini – E in entrambe sento una bellissima e freschissima aria di cambiamento. Il centrodestra sarà una bellissima sorpresa e la Lega sarà il primo partito»

salvini-lega-tiro-a-volo-civitanova-FDM-10-650x433

salvini-lega-tiro-a-volo-civitanova-sileoni-FDM-2-650x434

salvini-lega-tiro-a-volo-civitanova-profili-FDM-1-650x433

salvini-lega-tiro-a-volo-civitanova-FDM-6-650x400

 

https://www.cronachemaceratesi.it/2020/08/22/salvini-in-pista-allo-shada-foto-video-attaccano-sempre-me-ma-sono-lunico-a-girare-litalia/1437806/

Articoli correlati




 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X