facebook rss

«Rinviamo i campionati»,
19 squadre scrivono alla Figc Marche

ANCONA - Società di seconda e terza categoria chiedono al comitato regionale e provinciale di posticipare l’inizio della stagione sportiva
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Lorenzo Agostinelli

Diciannove squadre di terza e seconda categoria dell’Anconetano recapitano una nota congiunta al comitato regionale e provinciale di Ancona. Il contenuto è semplice: queste società, al netto del recente caso del Trodica (leggi l’articolo), chiedono di posticipare l’inizio del campionato. Nel comunicato fanno sapere di non respingere il protocollo sanitario, anzi considerato come la condizione minima per garantire la sicurezza degli atleti e degli addetti ai lavori, e di non considerare opportuno riprendere l’attività agonistica, ma pur sempre dilettantistica, con l’inverno che sta arrivando, la situazione Covid ancora in evoluzione e l’effetto della riapertura delle scuola non ancora ben visibile. Tra le sottoscriventi al comunicato alcune hanno già fatto sapere che in queste condizioni non inizieranno la stagione sportiva, mettendo l’incolumità del nucleo squadra al primo posto. «L’idea è venuta dopo diverse riunioni interne con giocatori e dirigenti -dice il patron dell’Europa Calcio Costabianca, Fabio Palazzo– durante le quali sono emersi diversi dubbi riguardo il protocollo sanitario, giusto ma molto rigido per società come noi. Nel giro di due giorni ci siamo organizzati e visti in videoconferenza per raccogliere sentimenti, pareri e sapere come altre squadre si sarebbero organizzate per l’annata. Ci siamo poi accorti di pensarla tutti alla stessa maniera e non vedevamo così impossibile presentare una richiesta di rinvio della stagione». Da lì è stato un evolversi naturale degli eventi ed in appena cinque giorni, anche grazie alla collaborazione delle altre società e dirigenti, hanno aderito anche: Nuova Aquila, Usd Acli Villa Musone, Asd Rosora Angeli, Asd Gls Dorica, Asd Galassia Sport, Urbanitas Apiro, Valle del Giano, Asd Real Sassoferrato, Usd SPES Jesi, Atletico Conero, Asd Poggio San Marcello, Polisportiva Monsano, Asd Largo Europa, Apd Terre del Lacrima, Asd Ankon Dorica, Us Varano Calcio, Asd Nuova sirolese, SS Piano San Lazzaro Asd.  Prosegue Palazzo: «Speriamo di venire ascoltati, anche se sarà difficile che i comitati ascoltino delle piccole realtà come le nostre. Non chiediamo la sospensione del campionato, o il rimborso della quota, bensì un semplice rinvio. Considerando anche che lo stato di emergenza è stato recentemente prorogato non ci sembra opportuno iniziare una competizione sportiva dilettantistica in questo momento. L’incolumità dei miei giocatori, e delle altre società, viene prima: la terza categoria, così come la seconda e tutti i campionati dilettantistici, devono essere un divertimento e non fonte di preoccupazione, come si stanno recentemente rivelando. Sono fiducioso che qualcosa si possa muovere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X