facebook rss

Riscaldamento in tilt
negli uffici comunali
e alla materna ‘Ciampicali’

FABRIANO - I tecnici sono intervenuti nella scuola dopo la segnalazione dei genitori. Il sindaco Santarelli disegna la mappa degli interventi già attuati per la sostituzione delle caldaie. «È evidente che o viviamo un periodo sfortunato o abbiamo a che fare con un parco apparecchiature obsoleto o, come sta emergendo in diversi casi dove a non funzionare sono impianti relativamente nuovi»
Print Friendly, PDF & Email

Gabriele Santarelli

 

Nuovi problemi con gli impianti di riscaldamento degli uffici comunali e delle scuola di Fabriano, dopo gli inconveniente registrati nei mesi scorsi all’antistadio e alla biblioteca Sassi. «Ieri mattina mi è giunta la segnalazione di un genitore che mi ha segnalato problemi all’impianto di riscaldamento della materna Ciampicali.- fa sapere il sindaco Gabriele Santarelli sui social media – L’ufficio tecnico, dopo avergli girato la segnalazione, mi ha informato proprio stamattina che i problemi alla caldaia della materna ‘Ciampicali’ che provocavano dei blocchi sono stati risolti durante il periodo della sospensione natalizia in quanto l’intervento necessario richiedeva l’interruzione del funzionamento dell’impianto. Per gli uffici comunali abbiamo avuto un incontro e sono state eseguite delle misurazioni negli ambienti di lavoro nella sede comunale rilevando una temperatura all’interno dell’intervallo previsto per il benessere sul posto di lavoro ma si sta cercando una soluzione in quanto la sostituzione delle caldaie, sono 12 a servizio della sede, non è prevista nel contratto di project con il gestore che invece deve garantire la manutenzione ordinaria e straordinaria che ormai non sono più sufficienti».

Intervento che è stato effettuato anche alla scuola Aldo Moro e nella casa di riposo di San Biagio «in entrambi i casi con la sostituzione delle caldaie non più funzionanti o comunque arrivate a fine vita.- aggiunge il sindaco – Per riepilogare negli ultimi 3 mesi abbiamo eseguito la sostituzione delle caldaie negli spogliatoi dell’antistadio, alla casa di riposo e alla scuola Aldo Moro, ripristinato il funzionamento della caldaia della biblioteca, aggiustato quella del Ciampicali e quella a servizio dell’Oratorio della Carità. Per queste ultime è necessario prevedere comunque la sostituzione prima della prossima stagione invernale. Ci sono poi altri problemi minori che coinvolgono ad esempio l’impianto a servizio della cucina dell”Allegretto’. È evidente che o viviamo un periodo sfortunato o abbiamo a che fare con un parco caldaie obsoleto o, come sta emergendo in diversi casi dove a non funzionare sono impianti relativamente nuovi come quello della biblioteca che è stata inaugurata solo 7 anni fa, ci sono dei difetti progettuali sugli impianti che ora stiamo pagando. Sembra infatti che siano state installate caldaie a condensazione che dovrebbero funzionare a temperature basse e costanti e che invece fanno funzionare termoconvettori ad alte temperature che durante la giornata vengono accesi e spenti il che porta l’impianto a non funzionare correttamente e a deteriorarsi in fretta. Comunque sia si sta intervenendo dove necessario anche stabilendo delle priorità legate all’utilizzo degli ambienti» conclude Gabriele Santarelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X