facebook rss

Picchiato per aver negato un passaggio:
due anni di Daspo urbano all’aggressore

FABRIANO - Fuori da un locale il 30enne aveva sferrato calci e pugni al conoscente che si rifiutava di accompagnarlo ad acquistare 'fumo' in Umbria ed era stato denunciato. Ora è arrivato il provvedimento del questore con il divieto di accedere a tutti gli esercizi pubblici e di intrattenimento della città
Print Friendly, PDF & Email

Una pattuglia della polizia di Fabriano durante un controllo (foto d’archivio)

 

Era stato pestato, a calci e pugni lo scorso 2 maggio per aver negato un passaggio ad un conoscente che insisteva per essere accompagnato da Fabriano a Perugia per acquistare ‘fumo’. Dopo la denuncia all’Autorità giudiziaria del cittadino trentenne, di nazionalità tunisina, che aveva aggredito, in pieno cento il connazionale, gli agenti del Commissariato di P.S. di Fabriano hanno subito segnalato l’episodio al questore di Ancona per l’adozione di provvedimenti a tutela dell’Ordine e della Sicurezza pubblica. Immediata è stata la risposta del questore di Ancona, Cesare Capocasa che, analizzati con attenzione i fatti, ha ritenuto di emettere subito un provvedimento di Daspo urbano (il cosiddetto Dacur) nei confronti dell’aggressore, per tutelare i cittadini di Fabriano dal ripetersi di situazioni che creano grande pericolo e turbativa.

Allo straniero, che in passato si è messo in evidenza nella realtà fabrianese per episodi analoghi, spesso verificatisi proprio all’esterno di locali pubblici, è stata applicata la sanzione massima prevista dalla normativa, ovvero il divieto di accedere per due anni a tutti gli esercizi pubblici e ai locali di intrattenimento del comune di Fabriano, pena la denuncia alla Procura di Ancona che prevede la detenzione fino a due anni e la multa fino a ventimila euro.

 

Si rifiuta di dargli un passaggio da Fabriano a Perugia: 35enne aggredito e ferito a calci e pugni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X