facebook rss

Lorenzo Fiordelmondo al 54,12%
è il nuovo sindaco di Jesi:
«Il nostro sarà un impegno collettivo» (Video)

BALLOTTAGGIO - Il candidato della coalizione Jesi Città Futura ha ottenuto 7.663 preferenze contro le 6.496 di Matteo Marasca. La città è tornata al centro sinistra dopo 10 anni di governo delle Liste civiche. Festa in piazza della Repubblica per il neo eletto. Marasca: «Accettiamo questa sconfitta a testa alta, volevamo fare dei passi in avanti con gli jesini. Lo faremo dai banchi dell’opposizione». Chi entra in Consiglio comunale
Print Friendly, PDF & Email

 

 

 

Aggiornamento delle ore 01.05E’ esplosa la festa in piazza della Repubblica a Jesi per il nuovo sindaco Lorenzo Fiordelmondo (Pd).

La festa in piazza della Repubblica per il neosindaco Lorenzo Fiordelmondo

«Questo è l’inizio di una storia – ha detto Lorenzo Fiordelmondo rivolgendosi ai suoi – tutte le forze che hanno partecipato a questa campagna elettorale devono sentire la responsabilità di offrire alla città una iniziativa politica. Grazie a tutti e tutte coloro che ci hanno sostenuto, ma anche a chi non l’ha fatto. Io stesso sento una forte responsabilità nell’essere il Sindaco di tutta la città. Da domani inizieremo a lavorare per rendere Jesi città futura. Tutti devono raccogliere quello che c’è dentro la città e proporlo quando serve con un contraddittorio all’amministrazione comunale. Avremo mesi complicati per via della complessità generale che vive il Paese, la nostra città ci sta dentro. Quindi chi amministra e fa attività politica in città deve essere capace di dare tutta l’energia che ha a disposizione per consentire a Jesi di vivere meglio rispetto a prima. Assumiamo questo impegno: ruoli diversi ma impegno collettivo. In tanti hanno costruito questa dimensione politica e hanno lasciato a me il privilegio di poterla rappresentare in questa campagna elettorale». Dieci anni fa Fiordelmondo era segretario cittadino del Pd di Jesi, ora è sindaco della città. «Siamo abituati a leggere la vita come una linea retta invece è più una linea circolare. – ha osservato il neo eletto – Ho raccolto dopo 10 anni un successo che ritengo favoloso essendo tornato ad essere il rappresentante di questa esperienza politica ma questa volta ai massimi livelli istituzionali. E’ una soddisfazione che raccolgo ma che chiudo subito nel cassetto». E’ già pronto, insomma, a lavorare per la città. Per la giunta, già comunicati i nomi degli assessori Samuele Animali (vice sindaco) e Emanuela Margaruccio.

Lorenzo Fiordelmondo stasera subito dopo il responso delle urne

Con il sindaco Lorenzo Fiordelmondo, 48 anni, avvocato, entreranno il Consiglio comunale 8 consiglieri del Pd (Emanuela Marguccio, Luca Polita, Filippo Bartolucci, Giacomo Mosca, Maurizio Bregallini, Antonio Balestra, Paola Montecchiani e Paola Tonini Cardinali) uno dei Repubblicani Europei (Lorena Santarelli), uno di Con Senso Civico (Paola Lenti), uno di Jesi Respira (Alessandro Tesei e 4 di Jesi in Comune (Samuele Animali, Agnese Santarelli, Filippo Cingolani e Francesco Coltorti). In minoranza con il candidato sindaco Marasca siederanno altre 3 consiglieri di Jesiamo (Marialuisa Quaglieri, Ugo Coltorti, Tommaso Cioncolini), uno di Patto per Jesi (Giancarlo Catani), uno di Orizzonte Jesi (Matteo Sorana), uno dei Riformisti per Jesi (Francesco Rossetti) e 2 di Fratelli d’Italia (il candidato sindaco Antonio Grassetti e Chiara Cercaci).

***

Aggiornamento delle ore 00.41 Matteo Marasca con fair play si è congratulato con il vincitore di queste elezioni comunali garantendo comunque il suo impegno nel ruolo di consigliere di minoranza.

Matteo Marasca

«Voglio ringraziare tutti quelli che ci hanno dato fiducia con il proprio voto e che hanno creduto nel nostro progetto. Ringrazio anche quelli che mi hanno accompagnato in questa avventura. Come ogni partita si può vincere ma si può anche perdere. – ha detto a caldo questa sera il candidato sindaco delle Liste civiche sconfitto al secondo turno di voto- Accettiamo questa sconfitta e l’accettiamo a testa alta. Volevamo fare di più per la nostra città , qualcosa di concreto, fare dei passi in avanti con i cittadini di Jesi. Lo faremo dai banchi dell’opposizione. Ho già provato a chiamare Lorenzo Fiordelmondo per congratularmi e fargli i miei personali auguri alla guida della città. Da parte nostra metteremo tutto il nostro impegno affinché l’amministrazione guardi al futuro della città e faccia i passi giusti. Dai banchi d’opposizione non mancheremo di svolgere il nostro ruolo. Grazie ancora a tutti e ci vediamo presto in Consiglio comunale».

***

Aggiornamento delle ore 00.12 –  A poco meno di un’ora dall’inizio della spoglio alla Casa del Popolo di Jesi sono già iniziati i festeggiamento per Lorenzo Fiordelmondo che alla 26esima sezione scrutinata ha staccato il competitor attestandosi sulle 5092 preferenzze contro le 4.345 di Marasca. Al termine dello spoglio il numero è salito a 7.663 preferenze per Fiordelmondo contro le 6.496 di Marasca.  Il candidato del centrosinistra è  il nuovo sindaco di Jesi con il 54,12% dei consensi. La città di Federico II torna al centrosinistra dopo 10 anni di governo delle Liste civiche. Al primo turno Fiordelmondo aveva ottenuto 7.603 voti, il 45, 61%, mentre Marasca 6.073, il 36,43%. La distanza tra i due sfidanti al ballottaggio si è assottigliata ma non c’è stato il sorpasso.

***

da sin. Lorenzo Fiordelmondo e Matteo Marasca

E’ iniziato lo spoglio per il ballottaggio. Lorenzo Fiordelmondo avanti su Matteo Marasca nelle prime sezioni scrutinate, secondo i dati ufficiosi. I numeri di 13 sezioni scrutinate su 40 segnalano già un distacco tra i due candidati: Fiodelmondo è attestato sulle 2.440 preferenze contro le 2.047 di Marasca. In questo secondo turno hanno votato 14.420 elettori, pari al 44,3%. Al primo turno erano stati 17.236 i votanti, pari al 52.55%.

(servizio in aggiornamento)

 



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X