facebook rss

Popolo della Famiglia a Jesi:
«Vigileremo sull’operato
dell’Amministrazione comunale»

IL MOVIMENTO chiede al nuovo sindaco Lorenzo Fiordelmondo più attenzione «nella tutela delle categorie più fragili» e tra i primi atti l’invio di una nota al Governo «per bloccare la consegna di nuove armi all'Ucraina»
Print Friendly, PDF & Email

 

«La partita del ballottaggio tra i candidati sindaco  Marasca e Fiordelmondo si è risolta  a favore di quest’ultimo. Come già detto, il Popolo della Famiglia non si è schierato per  nessuno dei due candidati poiché ne l’uno ne l’altro  rispecchiano i nostri valori. Al sindaco Fiordelmondo vanno comunque gli auguri di buon lavoro da parte del Popolo della Famiglia ma anche l’avvertimento che vigileremo attentamente sull’operato della sua amministrazione». Il commento arriva da Gabriele Cinti  del Popolo della Famiglia Marche che alle ultime elezioni comunali di Jesi ha corso a sostegno del candidato sindaco Marco Cercaci. Al neo eletto, espressione della coalizione democratica, Il Pdf chiede attenzione «in particolare sulla tutela delle categorie più fragili, ad esempio i 4200 nostri concittadini che vivono in una situazione di povertà relativa e che avvertono una qualche difficoltà ad arrivare a fine mese. – prosegue la nota – Ma anche  sulla destinazione dei fondi comunali, perchè non  vengano distratti verso iniziative che non riguardino la tutela e il sostegno della vita e della  famiglia naturale. Auspichiamo che tra i primi suoi atti, il nuovo  nuovo consiglio comunale si faccia interprete dei sentimenti della maggior parte dei cittadini e invii una nota al Governo per bloccare la consegna di nuove armi all’Ucraina».



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X