facebook rss

Nasce l’Ambulatorio avanzato
per medicazioni complesse
e la gestione del catetere

CASTELFIDARDO - Sarà inaugurato il prossimo 12 dicembre e sarà aggregato all'ospedale di comunità-Rsa di Castelfidardo. E' la risposta dell'Area Vasta 2 alla manifestazione di protesta dell'amministrazione comunale di sabato scorso
Print Friendly, PDF & Email

Il poliambulatorio e l’ospedale di comunità di Castelfidardo

Verrà inaugurata il prossimo 12 dicembre a Castelfidardo la sperimentazione di una nuova struttura assistenziale denominata Ambulatorio Avanzato, tipologia di attività aggregata al già esistente ospedale di Comunità/Rsa. L’attività è fornita dai Mmg di Castelfidardo e dagli infermieri presenti nella struttura, generando in questo modo la continuità dell’assistenza. E’ la risposta dell’Asur alle critiche mosse dall’amministrazione comunale nella manifestazione di protesta di sabato scorso.

“La sperimentazione – spiega in una nota l’Asur Area Vasta 2- servirà a valutare l’appropriatezza di questo nuovo servizio e la sua utilità nella gestione dei bisogni del cittadino. In breve, l’Ambulatorio Avanzato è finalizzato a dare una risposta ottimale alle sempre più crescenti problematiche legate a patologie acute e croniche. L’ attività dell’ambulatorio consiste nel prendersi cura della persona portatrice di patologie dove la multifattorialità eziopatogenetica la rende difficilmente trattabile a domicilio. Alla luce di questo viene fornito all’utenza un servizio dove il medico di base e infermieri con competenze in wound care danno un’ approccio e una risposta in team con condivisione degli obiettivi. Presso l’Ambulatorio Avanzato sono erogabili le seguenti prestazioni programmate: medicazioni semplici e complesse, medicazioni di ferite difficili, bendaggi semplici e/o elastocompressivi e all’ossido di zinco, medicazioni accessi vascolari, gestione stomie, posizionamento e gestione del catetere vescicale, rimozione punti di sutura delle ferite chirurgiche, terapia iniettiva intramuscolare, sottocutanea ed endovenosa”.

Per accedere all’Ambulatorio Avanzato è necessario che l’utente sia visitato dal Mmg e sia in possesso di una prescrizione medica su impegnativa del Ssr, che descriva in modo esaustivo e leggibile la prestazione da eseguire. Le prestazioni saranno gratuite per gli esenti ticket. “Nell’ambito dell’autonomia professionale – chiude la nota dell’Av2 – l’infermiere, attraverso l’accertamento del bisogno espresso fino ad arrivare alla valutazione del risultato, può svolgere le seguenti attività complementari: attività di educazione terapeutica (accoglienza, ascolto attivo dei bisogni), consulenza e informazione in materia di educazione sanitaria, istruzione alle tecniche di somministrazione di terapia farmacologica e nutrizionale, istruzione ed educazione alla prevenzione delle lesioni cutanee e da pressione, educazione al trattamento di piccole ferite/lesioni. Ai fini del funzionamento pratico dell’ambulatorio verrà utilizzato un supporto informatico che consentirà la raccolta e la registrazione delle attività”.

Al poliambulatorio di Castelfidardo niente Cup, portiere e logopedisti: esplode la protesta (Video)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X