facebook rss

Ponte crollato in A14,
arriva il nuovo cavalcavia 167:
chiuso il casello di Ancona Sud

CAMERANO - Nella notte tra sabato e domenica prossimi, gli operai di Autostrade per l'Italia predisporranno il restringimento delle tre corsie per lavorare in sicurezza sotto all'infrastruttura e montare il monoblocco. Cantiere chiuso al massimo entro giugno. "Sono contenta, risolverà tanti problemi legati la viabilità della nostra zona e agevolerà le famiglie negli spostamenti quotidiani" commenta la sindaca di Camerano, Annalisa Del Bello. Fondi Cipe per il ponte Baldini e quello del depuratore
giovedì 12 aprile 2018 - Ore 18:06
Print Friendly, PDF & Email

Il cantiere dei lavori è ripartito sul ponte 167 dell’A 14

Tempi rispettati per il montaggio del nuovo ponte 167 sull’A14. Dopo il crollo dell’infrastruttura che il 9 marzo 2017 aveva causato la morte dei coniugi Diomede, dopo le indagini e l’iscrizione nel registro degli indagati di 42 nomi tra aziende e persone fisiche che avrebbero avuto a vario titolo un ruolo nel collasso della struttura, sabato prossimo alle 22 a domenica alle 6, Autostrade per l’Italia ha comunicato la chiusura del casello di Ancona sud proprio per il restringimento delle tre corsie per permettere agli operai di lavorare in sicurezza sotto all’infrastruttura senza traffico e per montare il monoblocco. Secondo la richiesta, il cantiere dovrebbe essere smobilitato al massimo entro il prossimo 30 giugno.

“Sono contenta che tutto stia proseguendo secondo il cronoprogramma che si siamo dati, perché i cittadini aspettano da tempo quest’opera. – commenta la sindaco di Camerano, Annalisa Del Bello– Mi piace vederlo già fatto per poter dire che è tutto a posto. Il nuovo ponte risolverà tanti problemi legati la viabilità della nostra zona che in questi mesi si sono amplificati e agevolerà la famiglie negli spostamenti quotidiani per raggiungere il posto di lavoro o accompagnare i propri figli a scuola. Il crollo del ponte 167 ha infatti interrotto una delle principali arteria stradali che collega Camerano alla zona sud-ovest, a Castelfidardo e Loreto, penalizzando un po’ tutti gli abitanti delle città a sud di Ancona perché in alternativa il traffico è stato convogliato sulla Statale 16”. “E’ la notizia che attendevamo da tempo” commenta anche il sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni, avvertito stamattina dai vertici di Autostrade per l’Italia dell’apertura del cantiere.

Annalisa Del Bello in fascia tricolore con il vice sindaco di San Ginesio e il titolare della Baldini

Novità in vista anche per gli altri due ponti ancora con il transito vietato ai mezzi pesanti che gravitano sempre sul territorio comunale di Camerano, quello che conduce alla ditta Baldini (il 164) e quello che porta al depuratore Multiservizi (il 166). “Le opere di manutenzione straordinaria in entrambi i casi sono inserita nei finanziamenti regionali dei fondi Cipe. – ricorda Annalisa Del Bello – Dopo questa bella notizia del 167 ci auguriamo che vengano definiti al più presto anche gli interventi, meno impegnativi, per gli altri due cavalcavia. Insieme a Regione e Autostrade per l’Italia stiamo ragionando anche per definire anche questi due progetti”.

Print Friendly, PDF & Email


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X