facebook rss

Schianto in A14,
muore a 29 anni

URBISAGLIA - Alessio Bevilacqua era in viaggio verso Ancona con i genitori quando la loro auto è uscita di strada. Ricoverato per tredici giorni a Torrette, è morto oggi. Da un paio d'anni lavorava a Londra
Print Friendly, PDF & Email

 

L’incidente in A14

 

di Gianluca Ginella

Muore a 29 anni tredici giorni dopo l’incidente in autostrada. Alessio Bevilacqua, di Urbisaglia, il 29 agosto era in auto con i genitori quando la loro vettura è uscita di strada per poi ribaltarsi. Alessio è stato sbalzato fuori dall’abitacolo, un volo di 15 metri, per poi ricadere su di un campo.

Alessio Bevilacqua

Il giovane era stato soccorso con l’eliambulanza. Da subito gravissime le sue condizioni, era stato ricoverato all’ospedale di Torrette, ad Ancona. Il giovane da allora non si è più ripreso ed è morto questo pomeriggio. Nell’incidente anche i genitori del giovane erano rimasti feriti ma in modo meno grave. La Dacia Dust su cui viaggiavano, guidata dal padre di Alessio, Sante, 75 anni, è uscita di strada mentre andavano in direzione nord, nel tratto tra Ancona sud e Ancona nord. La vettura ha divelto un guardrail ed è poi finita in un fosso a lato della carreggiata. Il 29enne è stato sbalzato dall’abitacolo ed è finito a diversi metri dall’auto. Nell’incidente altri veicoli non erano rimasti coinvolti. Un dramma, la morte di Alessio, che sconvolge Urbisaglia e i comuni vicini. Dal giorno dell’incidente tanti ragazzi e persone che lo conoscevano hanno sperato che potesse riprendersi. Da un paio di anni Alessio viveva a Londra, lavorava come ricercatore.

Incidente in A14, passeggero sbalzato fuori dall’auto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X