facebook rss

Lancio di palloncini colorati
per ricordare e salutare Daniel

OSIMO - Organizzato per sabato prossimo nella chiesa di San Biagio di Osimo, con una parentesi di festa al campo sportivo, il secondo funerale del 19enne deceduto per un malore a Bologna. "Ce lo hanno chiesto gli amici" racconta la madre che ha incaricato l'avvocato Renato Codiglia di far luce su questo decesso ancora avvolto da troppi coni d'ombra
martedì 12 Marzo 2019 - Ore 14:44
Print Friendly, PDF & Email

Daniel Catarinangeli con il suo cane a cui era molto affezionato e che ora hanno adotatto gli amici

 

Lancio di palloncini colorati in cielo, sabato prossimo a San Biagio di Osimo, per salutare Daniel Catarinangeli, il 19enne deceduto 8 giorni fa a Bologna dopo un malore improvviso. Venerdì scorso i familiari più stretti e gli amici emiliani hanno partecipato alla cerimonia funebre che si è svolta all’obitorio di Bologna. Poi la salma del ragazzo é stata cremata a Cesena e con il rientro delle ceneri a casa, ad Ancona, la famiglia ha deciso di ripetere  sabato prossimo, 16 marzo, il funerale a San Biagio di Osimo, dove Daniel aveva trascorso l’adolescenza. Su richiesta insistente di tanti amici che non sono riusciti a salutarlo e a raccogliersi in preghiera davanti alla sua bara, per sabato è stato organizzato un momento di festa al campo sportivo di San Biagio come sarebbe piaciuto a lui. Dopo le esequie fissate per 16.45 nella chiesa parrocchiale della frazione osimana, è infatti previsto il lancio dei palloncini degli amici sul rettangolo verde.

“Con insistenza gli amici di Osimo e Ancona ma anche di Bologna hanno chiesto di potersi riunire per ricordare mio figlio in questo secondo funerale– racconta la madre del ragazzo, Cristiana Bertacca – Quello che abbiamo celebrato nella camera ardente è stato molto intenso e partecipato. Ci ha davvero commosso l’arrivo di don Alessio Orazi, oggi parroco di Camerano, e della catechista di Daniel bambino che hanno voluto essere presenti e partecipare al nostro dolore insieme a tanti giovani. Con gli altri miei figli, il fratello e le 2 sorelle di Daniel, abbiamo accettato di organizzare questa seconda cerimonia. Come mamma sono straziata dal dolore ma anche molto orgogliosa di Daniel: se n’è andato con così tanto clamore che deve aver dato molto nella sua breve vita. Non passa giorno che non ricevo telefonate da qualcuno dei suoi amici”.

Si stagliano però ancora troppi coni d’ombra sul decesso di questo 19enne, avvenuto all’improvviso nella sua città di adozione, Bologna. “A distanza di tutti questi giorni non sappiamo ancora che cosa è accaduto, né conosciamo gli esisti dell’autopsia. – ricorda il genitore – Per questo motivo abbiamo incaricato l’avvocato Renato Codiglia di Ancona di far luce sull’intera vicenda che sta seguendo la Procura di Bologna. Nessuno mi ridarà più mio figlio ma vogliamo sapere almeno che cosa gli è successo”.

Morte di Daniel a Bologna: eseguita l’autopsia

Tragedia a Bologna, Daniel muore a 19 anni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X