facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Multe non pagate,
addio alla maggiorazione

ANCONA – Il Consiglio comunale ha approvato all'unanimità l'atto che dà la possibilità ai contribuenti di ridurre in parte la spesa per le ingiunzioni per il mancato pagamento delle sanzioni al Codice della strada, notificate dal 2015 al 2017. Si potrà fare domanda entro il 31 agosto
Print Friendly, PDF & Email

L’assessore al Bilancio, Ida Simonella

 

di Martina Marinangeli

(foto di Giusy Marinelli)

Multe non pagate? È in arrivo la rottamazione. Il Consiglio comunale – riunito in via straordinaria nella vecchia sede di palazzo del Popolo dopo l’incidente avvenuto lo scorso giovedì a Palazzo degli Anziani – ha approvato oggi all’unanimità l’atto che dà la possibilità ai contribuenti di ridurre in parte la spesa per le ingiunzioni per il mancato pagamento delle sanzioni al Codice della strada notificate dal 2015 al 2017. Una seduta convocata d’urgenza perché, tecnicamente, i termini per l’approvazione sarebbero scaduti ieri. Cosa viene abbonato, dunque, ai contravventori? La rottamazione riguarderà la maggiorazione sulla multa (circa il 20%), mentre restano dovuti l’importo della sanzione, gli interessi di mora e le spese di notifica dell’ingiunzione. Per il pagamento sarà possibile anche richiedere, entro il 31 agosto, la rateizzazione: fino a due rate, per importi fino a 500 euro, fino a sei rate per importi da 500 a 2500 euro e fino a 10 rate per importi superiori a 2500 euro. Entro il 31 ottobre – termine posticipato con un emendamento a firma dell’assessore al Bilancio, Ida Simonella, rispetto al 30 settembre inizialmente previsto – dovrà essere effettuato il pagamento unico o della prima rata.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X