facebook rss

Medie ‘Giovanni Paolo II’,
Balducci: «Trasloco evitato
grazie all’impegno di tanti»

FABRIANO - Il capogruppo democrat ringrazia gli attori della vicenda che ha permesso di «archiviare la "pessima idea" di spostare la scuola nell'edificio dell'Anagrafe». Tutti, meno l'amministrazione comunale pentastellata
Print Friendly, PDF & Email

Giovanni Balducci, capogruppo Pd Fabriano

 

 

«Con un post, pubblicato su Facebook, sembra conclusa (fortunatamente nel modo auspicato dal corpo docente e dai genitori degli alunni) la vicenda del “trasloco” della Scuola Secondaria di primo grado Giovanni Paolo II di Fabriano: viene quindi archiviata la “pessima idea” di spostare la scuola nell’edificio che attualmente occupano gli uffici demografici». Il commento arriva dal capogruppo democrat Giovanni Balducci che ritiene doveroso ringraziare tutti coloro che si sono opposti al paventato trasferimento delle aule nei locali dell’Anagrafe. «Rivolgo un immenso ringraziamento alla Prefettura per il lavoro di concertazione svolto; alle forze dell’ordine della Polizia e della Guardia di Finanza per la comprensione, la disponibilità e la sensibilità dimostrate; a tutto il corpo docente e alla preside che si è rifiutata di accondiscendere e sottoscrivere la proposta (indecente) dell’amministrazione; al presidente del Consiglio d’Istituto per la caparbietà e la ragionevolezza con le quali ha saputo affrontare una così delicata situazione; a tutti i genitori e a coloro che hanno sottoscritto la “raccolta firme”» sottolinea il consigliere comunale.

Balducci non lesina bordate al sindaco Gabriele Santarelli  (M5S) che qualche giorno fa ha garantito la permanenza delle lezioni alla scuola media ‘sfollata’ dopo il sisma 2016 della sua sede, all’ex tribunale. «Non si può ringraziare l’amministrazione che ha ipotizzato di spostare la scuola ed i ragazzi in locali assolutamente inadeguati ed inadatti all’insegnamento – punta il dito Balducci – che non è riuscita a rispettare neanche la sua programmazione (la demolizione della vecchia sede della Giovanni Paolo II avrebbe dovuto avere inizio il 3° trimestre 2019); che ad oggi non è dato sapere se il progetto per la ricostruzione del nuovo plesso scolastico sia pronto. Ma si capisce, per questa amministrazione ‘prima la scuola’ è solo uno slogan».

Sisma, le medie ‘Giovanni Paolo II’ restanno nella sede dell’ex tribunale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X