facebook rss

«Accantonare decenni di malgoverno»,
Fabio Pasquinelli si candida a sindaco

OSIMO - L'avvocato ha sciolto la riserva e scende in campo per le Comunali del 26 Maggio con la lista 'Territorio Comunità'. E' il settimo nome in corsa per vincere la sfida di Palazzo comunale. Scatta il conto alla rovescia per la raccolta delle firme preliminare al deposito di simboli e candidature
giovedì 11 Aprile 2019 - Ore 09:21
Print Friendly, PDF & Email

I primi manifesti elettorali comparsi sugli spazi pubblici di Osimo

Fabio Pasquinelli (foto Giusy Marinelli)

 

L’ultima incognita è stata sciolta e, salvo sorprese, si presenteranno in sette ai blocchi di partenza per vincere la corsa di Palazzo comunale, alle elezioni amministrative del prossimo 26 maggio.Ai 6 candidati a sindacodi Osimo già noti, vale a dire Simone Pugnaloni (Pd, Energia Nuova, Ecologia e Futuro, OsiAmo, Popolari Uniti per Osimo); Dino Latini (liste civiche), Achille Ginnetti (Progetto Osimo), David Monticelli (M5S), Maria Grazia Mariani (Difendi Osimo), Alberto Maria Alessandrini (Lega), si è aggiunto quello di Territorio Comunità, rappresentato dall’avvocato 38enne Fabio Pasquinelli. Pasquinelli ufficializzerà la sua candidatura, durante un incontro stampa, sabato prossimo, 13 aprile al Caffè Diana di Corso Mazzini.

Al centro del progetto di Territorio Comunità che ha l’obiettivo di «accantonare decenni di malgoverno – sottolinea Pasquinelli- in grado di causare lo smantellamento dell’ospedale, lo stallo della viabilità centrale e periferica, una cementificazione irrazionale e dannosa», c’è la difesa e la valorizzazione dei beni comuni e dell’ambiente, servizi pubblici ed efficienti, un nuovo ospedale intercomunale della Valmusone, la nascita dell’agenzia comunale per l’occupazione, un piano strutturale di lavoro socialmente utile e sostegno al reddito delle fasce sociali più deboli. «L’amministrazione uscente – incalza il candidato di Territorio e Comunità – ha calpestato ogni rispetto per la dialettica democratica, oltre ad aver svenduto Astea Energia e chiuso l’Ospedale su ordine della Regione. Oggi occorre invertire subito la rotta per restituire ai cittadini servizi pubblici ed efficienti. E costruire insieme una città più giusta». Fabio Pasquinelii è nato ad Osimo il 10 gennaio 1981, dove ha frequentato il Liceo Classico “F. e M. Campana”. Ha conseguito la Laurea in Giurisprudenza all’Università di Bologna ed il Dottorato di ricerca in Diritto dell’Economia all’Università Politecnica delle Marche. Ha svolto l’attività di conciliatore presso il Co.Re.Com. Marche ed attualmente svolge la professione di avvocato nel suo studio legale ad Osimo. Dal 2014 è consigliere comunale di Osimo, ha fatto parte della Commissione Affari Generali e Bilancio e della Commissione Sanità e Servizi Sociali.

In questa tornata elettorale il volto nuovo è rappresentato dal giovane ‘sindaco’ della Lega, Alberto Maria Alessandrini, di 27 anni. Poi in lizza ci sono 2 sindaci, l’uscente Pugnaloni, l’ex primo cittadino Latini, e 4 ex assessori o consiglieri comunali come Ginnetti, Monticelli, Mariani e Pasquinelli. Anche le liste dei candidati al consiglio comunale sono in fase di elaborazione: potranno essere composte da un minimo di 16 nomi ad un massimo di 24, tanti quanti sono i seggi della Sala Gialla, e dovranno rispettare le quote rosa perché un terzo dell’elenco di nomi dovrà essere rappresentato da donne. I candidati stanno raccogliendo le firme per il deposito di simboli e candidature (ne servono 175 per ogni lista) che per legge deve avvenire 30 giorni prima dell’appuntamento elettorale, e che sarà possbile quindi  effettuare all’Ufficio elettorale del Comune dalle ore 8 del 26 Aprile alle ore 12 del 27. Il consiglio comunale di Osimo, invece, verrà sciolto 45 giorni prima della data delle elezioni con la convocazione dei comizi elettorali, prevista proprio per oggi.

 

La Sala Gialla, l’aula consiliare di Osimo (foto d’archivio)

Print Friendly, PDF & Email


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X