facebook rss

Smog a Osimo Stazione, l’Arpam:
“Polveri sottili sotto controllo”

OSIMO - Consegnata la relazione conclusiva sulla qualità dell'aria nella frazione più popolosa di Osimo. Il sindaco Pugnaloni soddisfatto: "I dati rilevati non sono tali da destare allarme"
Print Friendly, PDF & Email

Il traffico sulla Statale 16 a Osimo Stazione (foto Giusy Marinelli)

La centralina Arpam a Osimo Stazione

L’Arpam ha trasmesso la relazione conclusiva con i risultati del monitoraggio sulla qualità dell’aria,  svolto nei mesi scorsi ad Osimo Stazione e gli abitanti della frazione più popolosa di Osimo possono tirare un sospiro di sollievo. I livelli di Pm10 e altri allegreni o inquinanti non sono così alti da “destare allarme” garantisce l’Agenzia regionale. “Da agosto 2017 a febbraio 2018 il mezzo mobile della RRQA è stato impiegato in due zone di Osimo Stazione): dal 1 agosto 2017 al 13 ottobre 2017 in via Adriatica, dal 13 novembre 2017 al 7 febbraio 2018 in Via Cairoli. – ricorda Massimo Marcheggiani, responsabile del Servizio dell’Arpam– Sono stati misurate in particolare le concentrazioni nell’aria di benzene, ossidi di azoto, ossido di carbonio, PM 10, PM 2.5, Metalli (As, Cd, Ni, Pb) e IPA – benzo(a)pirene. I livelli degli inquinanti da traffico rilevati ad Osimo Stazione, non sono tali da destare allarme, ma una giusta attenzione, come del resto quelli rilevati in altre località delle Marche, soprattutto costiere, dalla rete Regionale di Rilevamento della Qualità dell’aria”. Si dice soddisfatto il sindaco Simone Pugnaloni. “I dati ufficiali sulla qualità dell’aria confermano quanto avevano annunciato, i dati rilevati non sono tali da destare allarme. Bene per i cittadini della frazione, male per chi al tempo diffondeva chissà quali timori per

 

la frazione”.

 



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X