facebook rss

Primi ‘dispetti’ elettorali: vela
di Ginnetti imbrattata, foro
in fronte sulla foto di Pugnaloni

ALLE URNE - A un mese e mezzo dall'election day si registrano i primi danneggiamenti sui manifesti dei sette candidati a sindaco che hanno cominciato a tappezzare Osimo. Carrellata di foto e slogan scelti per convincere gli elettori alle Comunali del 26 Maggio
venerdì 12 Aprile 2019 - Ore 17:47
Print Friendly, PDF & Email

Il foro praticato sul manifesto di Pugnaloni

 

La propaganda non è mai finita, la campagna elettorale è appena iniziata e già si registrano i primi ‘dispetti’ e danneggiamenti sui manifesti dei candidati sindaco che cominciano a tappezzare Osimo a un mese e mezzo dall’election day. E l’ironia stavolta non c’entra, come le battute che arrivano facili. Qualcuno, infatti, si è divertito a imbrattare con la vernice spray la vela del candidato Achille Ginnetti (Progetto Osimo). Su un manifesto affisso in zona San Marco è stato invece prodotto un foto sulla fronte sulla foto del candidato del Pd Simone Pugnaloni e alcuni poster che ritraevano Maria Grazia Mariani (difendi Osimo) sono stati artatamente girati in via Fontemagna. Anche questo è il ritratto di una campagna elettorale dall’esito incerto e che si preannuncia agguerrita.

La vela di Achille Ginnetti pasticcata con la vernice spray

CHI SONO I SINDACI IN CORSA –  I candidati sindaco ufficiali e in corsa per la carica più importante della città sono sette. Domani mattina presenterà il suo programma Fabio Pasquinelli, 38 anni, avvocato, già consigliere comunale, l’ultimo, in ordine di tempo, ad annunciare il suo impegno per le Amministrative del 26 Maggio, sostenuto dalla lista Territorio Comunità. Saranno della partita poi Simone Pugnaloni (Pd, Energia Nuova, Ecologia e Futuro, OsiAmo, Popolari Uniti per Osimo), 39 anni, bancario,sindaco uscente; Dino Latini (Liste civiche), 57 anni, avvocato, già sindaco di Osimo dal 1999 al 2004, ex consigliere regionale già candidato a sindaco nel 2014; Achille Ginnetti (Progetto Osimo), medico, 62 anni, già assessore e presidente del consiglio; David Monticelli (M5S), 48 anni, direttore di banca, già consigliere comunale e candidato sindaco nel 2014; Maria Grazia Mariani (Difendi Osimo), 53 anni, funzionario della Corte dei Conti, già consigliere comunale e Alberto Maria Alessandrini (Lega), 27 anni, praticante legale e titolare della fattoria didattica ‘Santa Paolina Farm’, il più giovane.

Il manifesto di Maria Grazia Mariani girato in via Fontemagna

SLOGAN, FOTO E CARTELLONI ELETTORALI – Per convincere gli elettori a scegliere il suo nome nell’urna, Latini ha optato per una campagna social che lo ritrae nei video in vari angoli di Osimo e in foto su una schiera di pannelli elettorali sistemati nelle principali via di accesso alla città con simboli e lo slogan ‘Meritiamo il meglio – Latini sindaco’. La figura di Pugnaloni e la sua firma invece si stagliano nel cartellone elettorale su una ripresa aerea della città con il claim ‘Unì’idea al giorno- Osimo sempre in testa’. Ginnetti si è ispirato alla sua professione e su una sfondo giallo promette ‘Una città in salute”. Monticelli sorride dal manifesto sullo sfondo sfuocato con la torre civica garantendo di restare “dalla parte di Osimo, sempre”.L’unica donna in lizza, Maria Grazia Mariani ha invece optato per una formula semplice e familiare: un manifesto a tinte rosa con il suo mezzobusto e l’hastag #ioscelgomariagrazia, o, con pizzico di leggerezza, nei video social dove invita gli elettori ai comizi  mentre lava i piatti di casa. Infine Alessandrini, oltre alla tante immagini su facebook postate accanto agli animali della sua fattoria, ha preferito essere fotografato nel manifesto elettorale mentre guarda lo skyline di Osimo, assicurando ‘Buonsenso in Comune’.

 

I MANIFESTI ELETTORALI

Il manifesto elettorale di Simone Pugnaloni

Il manifesto elettorale di Dino Latini

Il manifesto elettorale di Achille Ginnetti

Il manifesto elettorale di Maria Grazia Mariani

Il manifesto elettoale di David Monticelli

Il manifesto elettoale di ALberto Maria Alessandrini

Print Friendly, PDF & Email


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X