facebook rss

Il co-working Spazio Modigliani
lancia la raccolta fondi
per gli ospedali marchigiani

SENIGALLIA - I giovani creativi chiedono a tutti un gesto solidale verso i malati e i medici che stanno combattendo giorno e notte la battaglia per contrastrare l'avanzata del Covid 19. L'obiettivo è raggiungere quota 100mila euro per acquistare nuovi macchinari e materiale sanitario - VIDEO
Print Friendly, PDF & Email

 

Coronavirus e solidarietà. Il co-working Spazio Modigliani, un loft che ospita giovani realtà imprenditoriali del territorio di Senigallia, fondato nell’aprile 2018 dalle menti creative di Giacomo Bizzarri, Diego Vitali, Emanuele Anselmi, Andrea Carli e Vincenzo Capozzi, ha lanciato la raccolta fondi #iononrestoaguardare per supportare gli ospedali marchigiani nella battaglia contro l’avanzata dei contagi da Coronavirus.

I ragazzi dello Spazio Modigliani di Senigallia

Una raccolta fondi promossa dopo l’allarme del governatore Luca Ceriscioli sulla carenza di ventilatori polmonari nei reparti di terapia intensiva divenuta emergenziale nel continuo incremento di contagi registrato anche nelle Marche.«Stiamo vivendo un momento drammatico dove ogni giorno i numeri ci raccontano una situazione che continua a peggiorare a causa del diffondersi del virus. In questo delicato contesto di emergenza sanitaria, vogliamo contribuire a lanciare un grido di speranza a tutte le persone che stanno combattendo giorno e notte questa guerra. Vogliamo tornare a sorridere riponendo tutto l’amore nelle cose che facciamo combattendo con tenacia per seguire i nostri sogni, credendo con forza delle nostre idee – dice Giacomo Bizzarri, uno dei promotori dell’iniziativa. L’hashtag #iononrestoaguardare chiede a tutti i cittadini chiusi nelle proprie case ma anche ai professionisti e agli imprenditori del territorio di rendersi protagonisti di un gesto attivo e solidale attraverso questa raccolta fonsi per fermare tutti insieme il Covid 19. L’obiettivo è arrivare a toccare quota 100.000 euro di donanzioni, per rinforzare i 10 reparti di terapia intensiva degli ospedali marchigiani; attivare 10 ventilatori per la Protezione Civile; fornire 100.000 mascherine certificate; distribuire il nuovo test rapido Covid-19 ed assistere gli anziani con la consegna di pasti e medicine a domicilio. (Link: www.gofundme.com/f/io-non-resto-a-guardare-stop-covid-19).

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page