facebook rss

Al via la raccolta fondi
per l’ospedale ‘Santa Casa’

LORETO - L'ha lanciata don Paolo Volpe con il patrocinio del Comune. Servirà per acquistare e donare materiale, come le mascherine, agli operatori sanitari che lavorano nel presidio
Print Friendly, PDF & Email

L’ospedale di Loreto

 

In appena un giorno  a Loreto sono triplicati i casi di positività al Covid 19. Il sindaco Paolo Niccoletti ha fatto sapere che «secondo i dati comunicati stamattina alla 9 dalla Prefettura di Ancona sul nostro territorio alla giornata del 24 marzo sono 14 i concittadini in isolamento e 6 di questi risultano positivi. Restiamo a casa».

Don Paolo Volpe

Lo scorso 23 marzo i casi di contagio erano 2. In questa fase emergenziale anche la città mariana ha attivato una raccolta fondi per l’ospedale di comunità Santa Casa. I fondi serviranno ad acquistare e donare materiale, come ad esempio le mascherine, agli operatori sanitari che lavorano nel presidio ospedaliero. E’ stato don Paolo Volpe, sacerdoto molto amato dai concittadini, a lanciare l’iniziativa. «Da una richiesta di aiuto fattami da un amico infermiere è nata questa iniziativa personale condivisa con alcuni amici che la sostengono e che ha trovato subito l’appoggio dei medici degli operatori e dei responsabili sanitari nonché la disponibilità del sindaco, dell’amministrazione comunale, di un amico direttore di banca. – ricorda don Paolo – Tutti noi teniamo al nostro amato ospedale: la situazione in questa emergenza Covid-19 ci chiede di aiutare la difesa della salute di chi in prima linea mette a rischio la propria vita e di chi, purtroppo, sta già affrontando la malattia, consapevoli che nessuno di noi è immune. Sarà tutto tracciabile ogni giorno sui miei e su altri canali social, sia le entrate delle donazioni che le uscite per gli acquisti che verranno pagati direttamente dalle aziende fornitrici da me, attraverso questo conto appositamente aperto per la circostanza ed intestato al sottoscritto, Grazie di cuore a tutti».

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page