facebook rss

La Cna incontra
il candidato Fabio Pasquinelli

OSIMO - Si è concluso il lungo tour elettorale dell'associazione di categoria tra i candidati alle Comunali 2019. Secondo l'esponente di Territorio Comunità la strada di bordo a sud della città è l'unica opera possibile per migliorare la viabilità
venerdì 17 Maggio 2019 - Ore 13:27
Print Friendly, PDF & Email

 

Si conclude il lungo tour elettorale della Cna Zona Sud tra i candidati sindaco di Osimo. L’ultimo confronto si è svolto con Fabio Pasquinelli, della lista “Territorio e Comunità”. L’avvocato Pasquinelli ha incontrato l’associazione di categoria e ABC Turismo presso il B&B Casarmonica. L’incontro si è aperto sul tema principale delle infrastrutture: la strada di bordo. Secondo il candidato di “Territorio e Comunità” l’unica scelta possibile è quella di concludere l’attuale opera a sud della città. Tale ipotesi è naturalmente legata ad una realizzazione a stralci che venga quindi finanziata attraverso risorse comunali. Di difficile attuazione, infatti, l’ipotesi di sfruttare gli oneri di urbanizzazione per la realizzazione della strada di bordo, considerati l’andamento del mercato edilizio e soprattutto la presenza di molti immobili nel territorio osimano ancora invenduti.

Pasquinelli precisa anche che tale soluzione non è sicuramente la migliore, ma purtroppo le condizioni attuali la rendono una scelta obbligata, non nega infatti che la naturale area di espansione della città sarebbe il versante nord, ma purtroppo le giunte passate hanno impostato una espansione a sud che ormai vanifica ogni tentativo di riportare nell’alveo naturale l’espansione armoniosa di Osimo. Tali argomentazioni trovano sintonia da parte della Cna, così come l’associazione si trova d’accordo su quanto esposto dal candidato in merito alla lotta all’abusivismo nel settore turistico. Accolto infatti l’appello di ABC Turismo che ha trovato nel candidato a sindaco un assenso senza condizioni.

Pasquinelli, infine, per quanto concerne le politiche commerciali nel centro storico, ha illustrato la sua idea di un comune più attivo, attraverso un tentativo di calmierare gli affitti dei locali che secondo il candidato sono troppo alti e non permettono l’insediamento di nuove attività commerciali. Pasquinelli porta ad esempio via S.Francesco che in questo momento vive un momento di estrema difficoltà con uno spopolamento delle attività commerciali che la rende sempre meno attrattiva. Soluzioni che però trovano scetticismo da parte della Cna. Sia il coordinatore cittadino Giambartolomei che il segretario Cantori, pur ammettendo una reale difficoltà nel trovare locali che presentino affitti in linea con le potenzialità che il mercato osimano può dare, ritengono un’azione diretta del comune non opportuna: secondo la Cna è invece necessaria una autoregolamentazione del mercato degli affitti commerciali che può avvenire solo ed esclusivamente con una trattativa tra commercianti e proprietari degli immobili. Altro discorso, invece, se ci fosse un aiuto comunale a chi affitta locali nel centro storico per aprire un’attività.

«La proposta del candidato sul fronte della strada di bordo ci trova totalmente d’accordo – dichiarano Andrea Cantori e Luigi Giambartolomei, segretario e coordinatore della Cna di Osimo – La posizione di Pasquinelli su questa importante opera è identica alla nostra: la strada di bordo a sud di Osimo, che difficilmente potrà essere una strada ad alto scorrimento, ma nella realtà diverrà una strada che “unisce i quartieri” (ndr come definita dallo stesso candidato) e finanziata a stralci attraverso risorse comunali è la soluzione più concreta che può essere messa in campo. La nostra speranza è che alla fine tutti i candidati possano sposare questa linea».

 

Print Friendly, PDF & Email


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X